SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche quest’anno il Comune di San Benedetto e l’Enalcaccia della provincia di Ascoli Piceno hanno siglato una convenzione che permetterà ai volontari dell’associazione venatoria, tutti in possesso della qualifica di guardie giurate volontarie zoofile, di supportare l’attività della Polizia Municipale per fa rispettare le norme contenute nel regolamento della tutela e benessere degli animali e quello per il verde.

Le guardie volontarie dunque avranno competenza a svolgere attività di prevenzione e, se necessario, di repressione (il titolo di guardia giurata consente infatti di elevare sanzioni) in materia di tutela del patrimonio verde cittadino e di corretta detenzione degli animali, sia per quanto concerne la rimozione degli escrementi in strada sia per assicurarsi che gli animali siano custoditi secondo le norme e non siano oggetto di maltrattamenti.

E’ importante sottolineare che le guardie zoofile di Enalcaccia, che agiranno in coppia e indosseranno divisa o giubbetto con apposite insegne, nonché di strumento per la lettura del microchip di cui ogni cane deve essere dotato, opereranno prevalentemente negli orari in cui la Polizia Municipale non è in servizio, cioè nelle prime ore del mattino e dopo le 20.

Il servizio sarà svolto, come detto, a titolo di volontariato: il Comune erogherà a Enalcaccia un rimborso per le spese sostenute per l’esecuzione del servizio (assicurazioni, carburante, ecc.) pari a 1.680 euro per circa 364 ore di lavoro annue.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 89 volte, 1 oggi)