COSSIGNANO – In questa parte finale della stagione dell’Associazione Blow Up riprende la sezione cossignanese curata da Lorenzo Cameli e interamente incentrata sulle opere del grande regista polacco: “I dieci comandamenti ai nostri giorni – Viaggio nel cinema di Krysztof Kieslowski, maestro dell’invisibile”.

Dopo la prima parte della sezione dedicata all’opera monumentale Decalogo svoltasi tra settembre e ottobre, a partire da maggio a Cossignano, presso la Sala delle Culture, verranno proposti, in un interessante testa-coda, gli ultimi e i primi lungometraggi del maestro polacco. Venerdì 4 maggio, alle ore 21.15, si comincia con “La doppia vita di Veronica”.

Il film racconta la storia parallela della polacca Weronika e della francese Véronique che sono fisicamente identiche e non si conoscono, ma ciascuna delle due intuisce confusamente l’esistenza dell’altra. Tra le cose che hanno in comune (mancine, musicalmente dotate, orfane di madre) c’è una malformazione cardiaca. La prima ne muore.

Film enigmatico in bilico tra realtà e mistero, da sentire più che da capire razionalmente, tentati dalla smania dell’interpretazione. Non a caso la musica, che è di Zbigniew Preisner, vi ha una funzione trainante. Scritto dal regista con Krzysztof Piesiewicz, suo sceneggiatore già per Dekalog. La continuità tra le due opere è evidente, e non soltanto a livello stilistico. Premio a Cannes per Irene Jacob, radiosa svizzera di lingua francese che interpreta le due giovani protagoniste del film.

Alla fine della proiezione è previsto un brindisi.

Come già dall’anno scorso, per partecipare a tutti gli appuntamenti è sufficiente acquistare la tessera F.I.C. 2011-2012 a 5 euro: l’ingresso sarà poi sempre gratuito. Una scelta anti-crisi che cerca di far avvicinare tutti gli interessati e sopratutto i giovani delle scuole superiori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 181 volte, 1 oggi)