SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di una cittadina sambenedettese. Il destinatario è il sindaco Giovanni Gaspari.

“Egregio signor sindaco, sono una cittadina che abita a San Benedetto del Tronto in Via Montello, lungo l’Albula (lato sud). Non vorrei fare le solite lamentele sullo stato di abbandono del torrente, ma ultimamente si sta oltrepassando il segno. Il degrado regna sovrano, soprattutto per un fatto molto increscioso. C’è una continua fuoriuscita di liquido, e non si tratta sicuramente di acqua. Teniamo presente che non piove da molti giorni e noi abitanti sappiamo per esperienza che il letto dovrebbe essere asciutto.

Questo liquido, o forse sarebbe più appropriato usare il termine liquame, fuoriesce dal terreno, si percepisce – vedi foto in galleria- e il movimento dell’acqua è sempre più in fermento. Una fogna a cielo aperto? Potrebbe essere considerando l’odore nauseabondo (confermiamo di aver percepito lo stesso odore ndr) e l’incredibile sciame di insetti e parassiti concentrati in quella precisa zona. Siamo all’inizio della stagione estiva e per fortuna non è ancora caldo, ma colgo l’occasione per informarla che le nostre case sono già piene di zanzare.

È possibile questa situazione in pieno centro? È possibile che nessuno veda? Certo, può essere un’attrazione per i turisti che, come tutti gli anni, si fermano sul ponte a guardare lo spettacolo dei ratti che scorrazzano allegramente sul letto del torrente. Questo tratto è quotidianamente attraversato da cittadini e turisti. Spero vivamente che si prendano presto seri provvedimenti e che si possa rendere vivibile il nostro quartiere visto che chi lo abita paga le tasse. Grazie per l’attenzione” .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.217 volte, 1 oggi)