TABELLINO: Fabi Shoes Montegranaro-Otto Caserta  96-85.
FABI SHOES MONTEGRANARO: Karl 8 (4/5, 0/3), Ianuà n.e., Vallasciani 0, Nicevic n.e., Zoroski n.e., Di Bella 15 (4/5,0/3), Mazzola 21 (9/14,-/-), Piunti 7 (2/3, -/-), Fenati 3 (-/-, 1/1), McNeal  18 (6/14,2/3), Ivanov 24 (8/13, 1/3). All.: Giorgio Valli.
OTTO CASERTA: Salzillo n.e., Maresca 24 (4/8, 4/8), Kudlacek 4 (1/2, -/-), Righetti 7 (2/4, 1/3), Marzaioli 0, Collins 8 (3/6, 0/5), Smith 20 (8/12, 1/1), Stipanovic 6 (3/6, -/-), Bell 8 (4 /6, 0/4), Cefarelli  0, Loncarevic n.e, Doornekamp 8 (1/2, 2/2). All: Stefano Sacripanti
Arbitri: Lamonica, Filippini, Tola.
Note: Parziali 22-31, 29-22, 17-17, 28-15. Tiri da due Montegranaro 33/54, Caserta 26/46. Tiri da tre Montegranaro 4/13, Caserta 8/23. Tiri liberi Montegranaro 18/24, Caserta 9/10. Assist Montegranaro 14, Caserta 14. Stoppate Montegranaro 1, Caserta 1. Schiacciate Montegranaro 4, Caserta 1. Rimbalzi totali Montegranaro 34, Caserta 36.
Usciti per cinque falli: Doornekamp (Caserta)
SPETTATORI: 2950

ANCONA – L’atmosfera è quasi irreale. Il Palarossini, che ci ha abituati a spalti gremiti, è per tre quarti vuoto: ci si guarda in faccia e ci si riconosce da una tribuna all’altra. Che sia la prima giornata di caldo pre-estivo, nessuno lo dubita, vista la temperatura interna del palazzetto. Ma che tanti manchino all’appello fa pensare. Sarà la bella giornata, sarà il ponte del Primo Maggio, sarà l’avvenuta salvezza della Sutor che gli ha garantito la presenza nella massima serie anche per il prossimo anno, o forse sarà che la squadra è decimata, fatto sta che stasera Fabi Shoes Montegranaro contro Otto Caserta sembra proprio un match da serie minore.

Assenti sul parquet in casa Sutor May, Zoroski e Nicevic, tutti e tre per infortunio. Valli non può far altro che schierare in campo, oltre ai suoi 5 professionisti superstiti, le seconde linee: sono loro, i giovanissimi Piunti, Fenati, Vallasciani, chiamati a dare una boccata di ossigeno alla squadra. Il primo quarto è molto faticoso per la Fabi che non ha l’approccio giusto alla gara. Certamente è difficile affrontare Caserta sapendo di non poter contare sugli assenti, con l’avversaria che invece ha tutte le pedine al loro posto. Karl e McNeal si snocciolano ogni singolo secondo del parziale e segnano 6 punti a testa. Ma la buona volontà dei due giocatori non basta: Caserta chiude a suo favore il quarto con 22-31.

Di diverso impatto è il secondo parziale. Valli protesta per un fallo non fischiato e rimedia un tecnico. Gli spettatori si infiammano, i giocatori si compattano. Tutto ciò fa capire che sarà dura per Caserta, perché, nonostante le condizioni numeriche, la Fabi venderà cara la pelle. Di Bella, Mazzola (mvp della partita nonostante non si sia allenato mai durante la settimana a causa di una perniciosa lombalgia) e Mc Neal si fanno sentire e non sono da meno gli altri: ognuno dà il suo contributo affinché si vada all’intervallo lungo con un parziale di tutto rispetto: 29-22. Sul 51-53 si può ben sperare!

Al rientro dagli spogliatoi, nella panchina gialloblu, l’atmosfera non è cambiata. C’è molto cuore, ma Caserta tiene duro con i suoi uomini migliori (Maresca, ex di turno, Collins e Smith). A metà parziale Montegranaro riesce a portarsi in parità. E’ la prima volta nella serata e a realizzare il pareggio è l’uomo che in assoluto riceverà la valutazione più alta sul tabellino: Dejan Ivanov, autore di 24 punti totali, 8/13 da 2, 1/3 da 3, 11 rimbalzi, 1 fallo fatto e 7 subiti, 32 di valutazione. Caserta risponde e tenta di scrollarsi di dosso la Fabi, ma c’è sempre qualcuno che s’interpone tra i piani e i fatti. Tra gli altri, è da segnalare la bella tripla di Tommaso Fenati, classe ’93 (64-66). Il parziale, equilibratissimo, si chiude a 68-70.

Gli ultimi dieci minuti sono davvero esaltanti: la padrona di casa riesce a ribaltare il quarto iniziale e ad annichilire i Campani. I ragazzi di coach Valli sembrano più motivati e non tardano a mostrarlo a tutti: dopo la bomba di Ivanov (78-75) a cui risponde Maresca (78-78), non c’è più verso per gli avversari di frenare la Fabi. In campo è un crescendo lento e continuo che porterà Montegranaro a raddoppiare quasi il punteggio del parziale (28-15). Vincono i Gialloblu per 96 a 85 ed esultano tutti, pubblico e giocatori, compreso Giorgio Piunti, classe ’90, in campo per ben 21 minuti e 15”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)