SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna la rassegna di mostre d’arte “ Traditeci pure… ma non lasciateci soli” presso gli spazi di Design? Studio Associato e organizzata dalla Galleria Marconi.

Per il quarto appuntamento in via D’Annunzio numero 36 sarà inaugurata, dalle 18 in poi, una personale di Maicol e Mirco. La mostra fa parte degli eventi che si affiancano all’Expò di arte contemporanea Marche Centro d’Arte ed è curata da Dario Ciferri.

Grazie alla collaborazione con lo studio Design? la Galleria Marconi sbarca a San Benedetto del Tronto allestendo un nuovo spazio dedicato all’arte Contemporanea che si affianca a quello storico a Cupra Marittima.

Traditeci pure… ma non lasciateci soli!” è il nome del progetto nato dal fortunato incontro.

L’idea è quella di diffondere sul territorio regionale la passione per l’arte e il design, due mondi che spesso si toccano e giocano a dialogare tra loro. La Galleria Marconi continua così la sua operazione di promozione artistica all’esterno del proprio ambiente, sperimentando altri luoghi rispetto a quelli canonici. Design? Studio Associato si propone di superare i limiti di uno studio di architettura per diventare promotore di cultura e offrire nuove prospettive a chi frequenta i suoi spazi.

Accomunati dallo stesso spirito critico di ricerca, applicato alle arti visive, all’architettura e alla progettazione, la collaborazione vuole dare il via ad un nuovo percorso di studio e sperimentazione attraverso l’analisi e la rielaborazione della realtà che ci circonda.

“È un percorso, un’installazione che con disinvoltura passa da un linguaggio all’altro, mantenendo un’organicità generale nel lavoro. È un percorso, parte dalla fantasia ed esplora mondi, spazi, ere, sogni, incubi. È un percorso, un nuovo tassello in un viaggio artistico, che non si ripete mai ma resta sempre fedele a se stesso. È difficile descrivere il percorso artistico di Maicol e Mirco e riuscire a suonare tutte le corde che riescono a toccare, evocare. Le loro opere a volte sembrano deliri, eppure siamo in presenza di una analisi lucida della contemporaneità, raccontata con tanta follia da permettere a chiunque di ritrovarcisi dentro. L’opera di maicol e mirco è capace di raccontare la diversità in un modo talmente estremo da farci rendere conto che è quella che ogni giorno ci vergogniamo di mostrare”. (Dario Ciferri)

“Traditeci pure ci sono tante cose da vedere, l’arte è un fiume che accoglie, raccoglie sedimenta e spande. Guardate le mostre, cercate l’arte, visitate gallerie, musei, luoghi contaminati, senza preconcetti ma anche senza superficialità. L’importante è non farsi ingannare, lealtà e infedeltà camminano spesso insieme. Andate… ma non lasciateci soli”, si legge nell’invito alla mostra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 314 volte, 1 oggi)