GROTTAMMARE – Una bambina, una donna si racconta, da piccola a grande, da ieri a oggi. Le vicende sue dentro le vicende della vita, che fluisce anche dal contesto. Maria Lenti presenterà il suo ultimo libro alla Galleria Opus di Grottammare, il 29 aprile, ore 18.

La scrittrice urbinate, invitata dall‘Associazione Culturale “Rosa dei Venti”, converserà con Antonella Roncarolo.

Scrive Enrico Capodaglio nella “Postfazione” del libro : «In un volume di racconti si cerca in genere un’unità di sguardo, tanto più essendo i personaggi discordi. Si guadagna così una persona, una maschera letteraria incarnata nel volto invisibile dell’autore. Questo libro imbocca un’altra strada: lascia che si mostri e si sfaccetti nel corso del tempo (si va dal 1949 al 2010) una personalità imprevedibile, una donna con la sua ambivalenza tra la memoria, risalente a un’infanzia ferita, e l’attualità della vita. Il presente è smemorato, ma vivo, vivissimo. E il passato, realtà parallela, è impressionante, perché caldo di un bisogno di verità inappagabile.»

Maria Lenti è nata a Urbino e qui vive. Docente di lettere nelle superiori fino al 1994, anno in cui è stata eletta (e rieletta nel 1996 fino al 2001) alla Camera dei deputati con Rifondazione comunista. Saggista (letteratura e arte, cinema, cultura, politica, con saggi in volumi collettanei, in riviste e su quotidiani), poeta. Ha pubblicato le raccolte Un altro tempo (1972), Albero e foglia (1982), Sinopia per appunti (1997), Versi alfabetici (2004), Il gatto nell’armadio (2005), Cambio di luci (2009). È autrice anche di racconti, Passi variati (2003), Due ritmi una voce (2005), e di una monografia: Amore del Cinema e della Resistenza, 2009. Prevista entro l’anno l’uscita degli scritti sui Neodialettali romagnoli e altri dialettali.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)