CUPRA MARITTIMA – Per alcuni in quel 20 luglio 2001 la democrazia ha cessato per un momento di esistere. Si parlò di una sospensione di tutti quei diritti che una società civile avrebbe dovuto preservare. “Diaz-non pulite questo sangue” di Daniele Vicari, è un film denuncia dei fatti accaduti durante il il vertice G8 di Genova.

Sarà proiettato in via eccezionale il 25 aprile al Cinema Margherita poi la programmazione continuerà dal 27 al 29 aprile.

Presentata al 62º Festival internazionale del cinema di Berlino il 12 febbraio 2012 fuori concorso nella sezione “Berlinale Special” la pellicola ha vinto il secondo premio del pubblico della sezione Panorama e presenta un cast d’eccezione. Troviamo infatti Elio Germano, Claudio Santamaria, Pippo Delbono, Rolando Ravello e Alessandro Roja.

 Trama: Luca è un giornalista della Gazzetta di Bologna. È il 20 luglio 2001, l’attenzione della stampa è catalizzata dagli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine durante il vertice G8 di Genova. In redazione arriva la notizia della morte di Carlo Giuliani. Luca decide di partire per Genova, vuole vedere di persona cosa sta succedendo. Alma è un’anarchica tedesca che ha partecipato agli scontri. Sconvolta dalle violenze cui ha assistito, decide di occuparsi delle persone disperse insieme a Marco, un organizzatore del Genoa Social Forum, e Franci, una giovane avvocato del Genoa Legal forum. Max, vicequestore aggiunto del primo reparto mobile di Roma, comanda il VII nucleo e non vede l’ora di tornare a casa da sua moglie e sua figlia. Luca, Alma, Nick, Marco e centinaia di altre persone incrociano i loro destini la notte del 21 luglio 2001. Poco prima della mezzanotte centinaia di poliziotti irrompono nel complesso scolastico Diaz-Pascoli, sede del Genoa Social Forum adibita per l’occasione a dormitorio. (da www.trovacinema.it)

Orari: mercoledì 25 aprile ore 21:15; venerdì 27 aprile ore 2:15; sabato 28 aprile ore 21:15; domenica 29 aprile ore 16:30-18:30-21:15

Ingressi: interi 6 euro,ridotti (con tessera Acec) 4,50; universitari 4 euro

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 316 volte, 1 oggi)