SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La musica live si sfida ancora. Ritmo, suoni e popolo della notte sabato 21 aprile presso il locale Geko dove a vincere la seconda semifinale di “Sotterranea“, il contest per gruppi rock emergenti ideato dal giornalista Franco Cameli, sono stati i Julian Mente, di Foligno. La band si va così ad aggiungere al gruppo vicentino dei Bad Black Sheep, trionfatore della prima semifinale.

La vittoria è stata data dall’alternative post rock fortemente contaminato da influenze noise e da atmosfere profonde di Michelangelo Capodimonti alla chitarra), Alessio Aristei al basso, Diego Fratini, alla voce e Jacopo Minni alla batteria.

Per quanto riguarda i gruppi partecipanti, ricordiamoli: Essence Fall di Perugia, i Medulla di Milano, i Low Frequence di Ascoli Piceno e La Fabbrica dei sogni di carta di San Benedetto del Tronto ci sarà la possibilità accedere alla finalissima tramite un meccanismo semplicissimo. Durante la serata la giuria vota il gruppo che meglio ha saputo dare emozioni dirette e contemporaneamente sceglierà altri quattro gruppi tra i finalisti in gara che hanno saputo lasciare nel tempo un ricordo indelebile. Saranno otto, infatti, le band previste per la super finalissima del 12 maggio.

A tal proposito ricordiamo che il 28 aprile e il 5 maggio si svolgeranno le ultime due serate di semifinale, sempre al Geko a partire dalle 22:30, con ingresso libero. La gara, dunque, resta ancora aperta.

Anche la serata di sabato sera si è svolta nel migliore dei modi, grazie anche a un caloroso e appassionato pubblico che continua a seguire con interesse la kermesse. Molti giovani e non solo si sono dati appuntamento per ascoltare i nuovi talenti di domani, presentati da Cristiana Saporosi e Francesca Poli insieme a Tania Piunti, per ricevere il braccialetto, omaggio della XX edizione del festival, e per lasciare messaggi Twitter visibili sul megaschermo. Sì, perché quest’anno la rassegna è più social che mai e intende coinvolgere tutti gli spettatori nei festeggiamenti del ventennale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)