SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Chiuso il sipario alla 17^ edizione del Premio Alex Baroni, culminata con la serata finale svolta venerdì scorso al Teatro Concordia di San Benedetto del Tronto; tantissimi gli ospiti nelle precedenti serate, ma tantissimi i giovani di vero talento.

L’intera finale sarà trasmessa in prima serata in due puntate i primi di giugno tramite il circuito televisivo “Fox Production & Music” in onda su circa 100 emittenti televisive tra emittenti locali, nazionali italiane, in Europa dell’Est, in America Latina ed in altri Paesi del mondo; in onda anche nel circuito radiofonico “Le 100 Radio + belle d’Italia”.

Vincitrice assoluta e miglior brano inedito Eliana, di Pignola, paesino in provincia di Potenza, con una straordinaria esecuzione dell’ottimo brano “L’inverno può aspettare”, scritto per lei dal grande Giancarlo Bigazzi, scomparso da poco; nella categoria inediti solisti 2^ la bravissima sambenedettese Danira con il bel brano “Se”, 3° il romano Manuel Moroni con l’ottimo inedito “L’importanza della vita” che si aggiudica anche il “Premio Originalità” appunto per l’interessante brano proposto, subito dietro di una manciata di voti Irene Vitali, poi Savio De Martino e Mattia Valentino parimerito.

Vincitori della categoria gruppi “Gli zingari felici”, abruzzesi, con il bel brano “Precario” (molto attuale), 2° gruppo “Le rimmel”, ottima band tutta al femminile di Pesaro e Rimini che si aggiudicano anche il Premio della Critica con il brano “Tu” e, di qualche voto, 3° classificato il bravissimo gruppo reggae “Percezionesestosenso” da Atri, con il loro pezzo “I Man” che vengono anche premiati con il Premio Speciale Artisti.

Nella categoria Giovanissimi vince il 14enne di Martinsicuro Stefano Tescasecca di pochissimi voti sulla bravissima pesarese Margherita Principi, molto brava nonostante una forte laringite, e 3^ la brava Morena da Pescara.

Nella categoria interpreti si aggiudica il 1° posto la bravissima Francesca Di Sante, di Giulianova con uno straordinario rifacimento accompagnato da un’ottima interpretazione del pezzo di Mina “Lui, lui, lui”, molto apprezzato anche dall’arrangiatore di Mina in giuria, 2° classificato LUCA ANGELINI con una bellissima interpretazione del brano “Com’è leggera la vita” tratto dal musical di Riccardo Cocciante Giulietta e Romeo, Luca si aggiudica anche il Premio miglior Look e Presenza Scenica prevalendo di pochissimo sui 3 altrettanto ottimi gruppi in gara, confermando che nonostante il look sobrio e non particolarmente “ricercato” ma ben abbinato ad una padronanza eccezionale del palco, porta comunque al risultato; 3^ classificate parimerito le due bravissime sambenedettesi JOY alias Gioia Marconi, e TIZIANA che con due ottime performance, hanno interpretato in maniera eccellente “Redemption song” di Bob Marley (Joy), e “Hallelujah” di Jeff Barkley (Tiziana), bravissime per davvero; solo di pochissimi voti NATASCHA con un’altra bellissima interpretazione di “Turning tables” di Adele, molto brava anche lei, e il casertano Mirko Colella tradito un po’ dall’emozione.

Molti dei giovani premiati e non hanno ricevuto tanti complimenti da diversi dei giurati ed in particolare l’arrangiatore Stefano Bacilli si è voluto complimentare specificatamente con la vincitrice Eliana, con Danira e con Francesca Di Sante.

Eccezionale quanto impeccabile come sempre la conduzione di Luca Sestili.

Non manca un bellissimo quanto emozionante omaggio al grande Lucio Dalla con “Piazza Grande” eseguita magistralmente dal “nostro” Aldo Ruggieri;

da brividi l’esibizione del Duo jazz ospite Di Sabatino – Ruggieri eseguita in acustico piano e fisarmonica jazz che ha letteralmente stregato il pubblico che ha espresso il suo gradimento con una vera e propria “ovazione” al termine della performance; i due Artisti di fama mondiale, collaboratori di Antonella Ruggiero, hanno annunciato l’imminente uscita del loro lavoro “Inni d’Italia” cimentandosi con alcune delle melodie universalmente riconosciute come inni italiani come l’”Inno di Mameli” o il “Va Pensiero” passando per il cinema con musiche di Morricone, Piovani, Ortolani fino alla musica popolare.

Altrettanto straordinaria la performance del grande Alberto Fortis che ci ha regalato quattro vere e proprie “perle” piano e voce, iniziando dalla splendida “Settembre”, passando da “Tra le guglie del duomo” e “One love”, e terminando con “La sedia di Lilla” incantando letteralmente la platea e, immancabile un’altra grande “Ovazione” del pubblico entusiasta. L’Artista, dopo aver espresso parole di elogio per i giovani talenti e per chi lo ha voluto fortemente di nuovo al Festival dell’Adriatico, riceve dal Presidente Enzo Spinozzi il “Premio Artisti 2012” intitolato al suo immenso talento, al sua grandissima professionalità e alla sua brillante genialità.

Diversi i personaggi in giuria, tra gli altri il noto arrangiatore Stefano Bacilli, che ha collaborato con i più grandi Artisti italiani tra i quali Mina, Vasco Rossi, Renato Zero, Ron, Lucio Dalla, Patty Pravo ecc., in sala anche lo storico musicista dei Dik Dik Joe Vescovi, fondatore dei Trip.

Continua la “gara canora” con tutti gli altri finalisti, mantenendo il livello sempre molto, molto elevato, si esibiscono brillantemente anche Edea con il pezzo apprezzatissimo al Sanremo giovani 2012 e Valentina e, non scopriamo oggi le loro notevoli capacità vocali; sul palco è la volta di Marta Sista, fresca vincitrice della scorsa edizione che ha riproposto il bel brano “Anima nera” e la cover “Sista” eseguita con la sua band.

Sul palco del Concordia anche il Mago “Dexter” con uno straordinario numero di illusionismo, e un bell’omaggio ai mitici Queen proposto dai Sybilla con il “nostro” Roberto Pagnanelli alla voce per quattro stupendi pezzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 260 volte, 1 oggi)