SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’effetto liberalizzazioni porterà in città tre nuove farmacie. Tra i diversi provvedimenti semplificativi, il decreto emanato dal governo Monti, prevede anche l’apertura di un punto vendita ogni 3 mila e 300 abitanti e tra le numerose norme che lo compongono ai Giovani Democratici di San Benedetto non è sfuggita quella che, in sostanza, permette loro, una volta laureati, di potersi consorziare e ottenere la licenza e avviare la loro attività.

Più dettagliatamente, l’Amministrazione comunale nell’individuare quest’opportunità sta al momento elaborando la documentazione necessaria, il cui iter scadrà il prossimo 25 aprile, che dapprima sarà sottoposta all’attenzione dell’ordine provinciale dei farmacisti e all’Asur, i quali si pronunceranno con un parere che non sarà vincolante, e successivamente alla Regione Marche che procederà alla stesura di un bando regionale straordinario.

A quel punto, gli under 40 potranno così fare domanda, entrare in graduatoria e cercare di ottenere la licenza sommando inoltre i loro titoli di studio, fra cui corsi di laurea, eventuali specializzazioni e master insieme al punteggio finale ottenuto al momento della laurea.

“Sono tre le farmacie che si dislocheranno lungo il territorio cittadino – spiega l’assessore alle Attività produttive Fabio Urbinati – abbiamo individuato tre zone della città che al momento sono sprovviste di tale servizio fra cui Fosso dei Galli, San Pio X e la zona porto”.

Quest’iniziativa, coincide poi con il cambio di guardia del direttivo dei Giovani Democratici di San Benedetto finora guidato da Gianluca Pompei. Da adesso, sarà infatti il ventitreenne Iacopo Zappasodi il nuovo presidente affiancato da Riccardo Divisi e Alessandro Calamai.

“Un’opportunità che va colta – dichiara Iacopo Zappasodi – soprattutto per il difficile momento che colpisce i giovani sia nel trovare un’occupazione ma soprattutto nel poter avviare un’attività economica considerando che l’accesso al credito bancario è sempre più difficile da ottenere. Mi auguro che anche le altre Amministrazioni colgano quest’occasione per ridare ai giovani delle prospettive per il futuro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.155 volte, 1 oggi)