COLONNELLA – Si chiamano “caregiver” e sono coloro che in silenzio dedicano la loro vita ad assistere amorevolmente un familiare bisognoso di cure. Un lavoro fondamentale e spesso invisibile, che vede protagoniste soprattutto le donne, e sul quale intende accendere i riflettori il seminario “Cure & Carer al femminile”, che si svolgerà domani 21 aprile, dalle ore 9 alle 13,  presso il Centro Helios di Colonnella. 

L’iniziativa è promossa dalla Commissione Pari Opportunità provinciale in collaborazione con Provincia, Asl di Teramo, Comune di Colonnella e Centro Helios, gestito dalla Cooperativa sociale “La Formica”.

“Un’iniziativa pensata – spiega la presidente della Cpo provinciale, Desirèe Del Giovine – proprio per sensibilizzare la comunità locale su un fenomeno ampiamente affermato nel mondo anglossassone e qui ancora in gran parte privo di riconoscimenti: il “caregiving” e l’essenziale ruolo sociale svolto da quanti, soprattutto donne, si dedicano all’attività di assistenza dei familiari bisognosi di cure. Il seminario ha finalità teoriche e pratiche e durante l’iniziativa sarà somministrato anche un questionario per la rilevazione dei bisogni familiari”.

Tra gli interventi in programma quelli di Zaira Raiola, counselor e responsabile dell’integrazione scolastica dell’Uici (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) di Teramo, di assistenti sociali specializzati come Silvana Di Filippo (Consultorio Asl Teramo) e molte testimonianze dirette di “cure e carer”.

“Un tema molto importante – interviene l’assessore provinciale alle Pari Opportunità, Eva Guardiani -, da sempre pungolo per questo assessorato e in linea con le iniziative che abbiamo finora realizzato, come il corso per badanti, finalizzato proprio alla formazione delle persone che assistono anziani e disabili, e al bando che destina finanziamenti per quanti accudiscono un familiare non autosufficiente e bisognoso di cure”.

“Un ringraziamento particolare – commenta l’assessore alle Politiche sociali, Renato Rasicci – alla Asl di Teramo e al direttore generale Varrassi, che si è molto prodigato per la soluzione dell’annoso problema relativo al Centro Helios, mettendo la struttura a disposizione dei ragazzi con disabilità residenti nel territorio vibratiano. Come Provincia abbiamo di recente firmato una convenzione con la Mgg Italia per mettere a disposizione della cooperativa “La Formica”, che gestisce il centro, un mezzo attrezzato”.

Il manager della Asl, Giustino Varrassi, ha ripercorso la storia del centro Helios, struttura socio-sanitaria di proprietà della Asl ,che inizialmente doveva essere destinata a medicina del territorio e poi rimasta per oltre 25 anni inutilizzata, fino all’inaugurazione avvenuta lo scorso anno. “Venuti a conoscenza – conclude Varrassi – che la cooperativa svolgeva la propria attività in un luogo non idoneo, ossia una vecchia scuola, ci siamo attivati subito per mettere a disposizione la struttura accelerando al massimo l’iter che ha portato alla sua riapertura e piena fruibilità; ha un evidente valore simbolico, quindi, l’organizzazione di questo evento in tale sede”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte, 1 oggi)