SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono stati gli studenti della classe 4° A odontotecnica dell’Ipsia ad aggiudicarsi il primo premio del concorso “Don’t burn the brain!” edizione zero, dedicato alla realizzazione di un video sui rischi del bere giovanile, indetto dal Comune di San Benedetto del Tronto, Asur marche 5, Servizio risposte alcologiche del Comune e Centro giovani.

Gionata Rocha Giardina, Mouad El Ouafiq, Giovanni Triunfo, Mirko Conzo, Paula Summa, Hamilton Joao Luanda Polo hanno vinto con un videoclip con la seguente motivazione: “Il video, imperniato sul messaggio di evitare di bere quando ci si mette alla guida, appare ben congegnato dal punto di vista della narrazione iconica. Molto azzeccata la scelta di abbinare le sequenze video con un testo coerente che raggiunge l’attenzione dei più giovani. Grazie all’inserimento in una colona sonora hiphop senz’altro efficace”.

La manifestazione di premiazione si è svolta giovedì 19 aprile in sala consiliare ed è stata aperta dalla dottoressa Sabrina Vici, responsabile Servizio Risposte Alcologiche, che si è complimentata con i ragazzi per l’impegno proposto e per il messaggio trasmesso attraverso le immagini e la musica dei videoclip.

Secondi classificati gli alunni della classe 1D del Liceo Classico “Leopardi”. Il video è stato realizzato dagli alunni Erica Verdecchia, Davide Di Giuseppe, Alessandro Maria Trocini, Sara Lazzari, Irene Bergamante, Clara Prosperi ed aveva come tema centrale a denuncia dell’abuso dell’alcool nella fase preadolescenziale. Per la giuria “lo spot punta a denunciare l’uso di alcol nelle fasce preadolescenziali della popolazione sottolineando la stretta connessione con le difficoltà di comunicazione che troppo spesso si riscontrano nei giovani di questa età. Il lavoro ben girato e montato restituisce tutta l’angoscia che permea questa condizione e la conseguente disperata ricerca di conforto nell’alcol”.

A consegnare i premi (attestati di partecipazione e buoni acquisto di materiale elettronico ed informatico) è stata l’assessore alle Politiche sociali Margherita Sorge la quale, nel suo indirizzo di saluto, ha ringraziato le scuole che hanno partecipato con grande entusiasmo nonostante il poco tempo a disposizione: “Dai lavori presentati – ha detto Sorge – si vede che il tema è molto sentito nei nostri ragazzi. Sono convinta che il prossimo anno, con più tempo a disposizione, i lavori saranno molti di più”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 272 volte, 1 oggi)