SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La storia della marineria (anche sambenedettese) in un video. Giovedì 19 aprile alle ore 16:30 al Museo della Civiltà Marinara verrà omaggiato il grande maestro Vittorio De Seta attraverso la proeizione di sei documentari: “Vinni lu tempu de li pisci spata” (1954, 11’) “Isola di fuoco” ( 1954, 11’)”Contadini del mare” (1955, 10’) ”Pescherecci” (1958, 11’) , “Gente dell’Adriatico” (1959, 12’) ed il documentario di Florestano Vancini “Vento dell’ Adriatico” (1958, 10’).

L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione “Libero Bizzarri” in occasione della settimana della cultura promossa dal Comune di San Benedetto. I documentari  permetteranno di ammirare esperienze sulla pesca, sulla vita in mare, sulle coste, sui mari del Mediterraneo in tutta la loro  bellezza. Quelle esperienze sono praticamente finite, ma i ricordi dei protagonisti, le loro voci, le loro immagini meritano di essere trasmessi alle nuove generazioni.

Vittorio De Seta è stato accostato al regista Libero Bizzarri e al maestro Florestano Vaccini poichè con analoga sensibilità e partecipazione, ha fatto dell’occhio cinematografico uno strumento per disegnare una mappa storica e sociale della nostra contemporaneità al di fuori da ogni canone e da qualsivoglia convenzione.

L’immagine di Vittorio De Seta, a cui il Festival “Bizzarri” nell’edizione scorsa è stato dedicato, ha attraversato l’intera rassegna

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 213 volte, 1 oggi)