SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In occasione dei vari impegni che vedono protagoniste le squadre del Caffè Portos, abbiamo incontrato Salvatore Giorgi, patron della società, e Paolo Tamburrini, allenatore delle ragazze, che ci hanno illustrato il quadro generale della situazione, nonostante le gare del weekend non si siano poi disputate per una decisione della Divisione Calcio a 5 in seguito alla tragedia del giovane Morosini, deceduto durante la gara di Serie B di calcio tra Pescara e Livorno.

Mister, quali sono le sensazioni in vista della sfida playoff con il Real Statte?
“Sensazioni bellissime sicuramente, dato che giocheremo contro la squadra più titolata in Italia. Le nostre ragazze sono tutte in forma quindi cercheremo di fare la nostra partita senza la pressione del risultato perché non abbiamo niente da perdere, sperando ovviamente di far bene.”

Come vi siete preparati a questo scontro?
“Abbiamo visto un po’ di filmati per capire come giocano e quali sono le loro caratteristiche. Abbiamo cercato quindi di prendere delle contromisure nelle due settimane in cui ci siamo preparati. Come sempre cerchiamo di fare tutto al meglio.”

Se il tecnico Tamburrini ha ben sintetizzato il momento del Portos Rosa, il fondatore della società sambenedettese, Salvatore Giorgi, si è invece concentrato su tutte le attività in cui sono coinvolti i ragazzi.

Ci parli delle Final Eight di Serie B: c’è un po’ di rammarico o siete comunque felici di come sono andate?
“E’ stata una esperienza stupenda che purtroppo è durata poco, infatti alla prima partita il nostro sogno si è infranto giocando contro un’ottima squadra, l’Aloha di Roma, che sicuramente ha fatto meglio noi ed è stata brava a sfruttare i nostri errori. Sicuramente partivamo da sfavoriti ma dopo il primo tempo 1-0 per loro c’era la possibilità di fare di più. Ci rimane il rimpianto di aver provato ma non esserci riusciti ma come primo anno siamo contenti già solo di esserci stati, ci rifaremo magari il prossimo anno. Ora siamo concentrati sui playoff contro la seconda in classifica, sfida durissima ma ce la giochiamo a viso aperto.”

L’Under 21 invece deve giocare il ritorno dei sedicesimi validi per i playoff: siete pronti?
“I ragazzi dell’under 21 domenica mattina alle 11 affronteranno il Pesaro Fano, sarà durissima perché gli avversari sono molto forti. Nella gara di andata è andata male, ora siamo costretti a fare almeno 5 gol di scarti per arrivare ai supplementari o ai rigori, non sarà una passeggiata ma è nostro dovere provare a compiere l’impresa. Di sicuro loro non potranno fare affidamento su uno dei componenti più forti che è fuori per infortunio, in più proveremo a sfruttare il fattore campo giocando in casa.”

Il Caffè Portos è attivo su tutti i fronti e tutto è pronto per l’esordio dei più giovani: ci spieghi meglio.
“Sì, domenica ci sarà il debutto dei giovanissimi a Cupra, esordiremo con i nostri Tigrotti. E’ la nostra prima volta in questo tipo di campionato, i ragazzi sono felici e c’è tanto entusiasmo , proveremo a far bene anche lì anche se siamo una nuova realtà, vorrà dire che ci faremo conoscere.”

Cosa ne pensa del rapporto con i tifosi?
“Abbiamo organizzato un pullman per seguire le ragazze perché sicuramente è importante per loro il nostro supporto, in più contiamo che molti verranno a vederci perché in questo momento rappresentiamo le Marche e tenteremo di portare più avanti possibile il nome della nostra città.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 265 volte, 1 oggi)