SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Potrebbe vedere la luce il prossimo 9 maggio Largo Vittime del Terrorismo e delle Stragi. La proposta è arrivata direttamente dalla giunta comunale che ha votato il documento all’unanimità lo scorso 12 aprile, ad eccezione dell’assessore Margherita Sorge, assente alla seduta.

L’intitolazione avverrebbe proprio nella giornata in memoria delle vittime del terrorismo, istituita nel 2007 dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, considerando che non vi sono attualmente nuove vie in fase di realizzazione o completamento. Ecco allora l’alternativa,  individuata in un’area, adibita a parcheggio, tra via San Giacomo e via Fratelli Cervi, a Porto d’Ascoli.

Visti lo stradario comunale – al fine di accertare che nessun’altra area di circolazione della stessa specie abbia una denominazione simile – e gli stralci planimetrici della zona interessata, il provvedimento acquisterà efficacia solo dopo il visto di approvazione della Prefettura di Ascoli Piceno. Quest’ultima,  a seguito della conclusione positiva dell’iniziativa, dovrà trasmettere copia della deliberazione all’Ufficio Anagrafe e al Settore della Manutenzione Urbana.

I PRECEDENTI Già nel 2010, il 9 maggio rappresentò un momento di celebrazione quando nello spiazzale antistante il Palariviera venne inaugurato Piazzale Aldo Moro. Il bis si ebbe l’anno seguente con l’intestazione a Roberto Peci di quella che fu via Boito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 236 volte, 1 oggi)