SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un incontro, l’ennesimo, per discutere di bretella. A cui ne seguiranno degli altri, già entro la fine del mese. Lunedì mattina si è svolto in Municipio un nuovo faccia a faccia tra Comune di San Benedetto e Provincia di Ascoli Piceno, a cui hanno preso parte – oltre al sindaco Giovanni Gaspari, al presidente Piero Celani e al suo vice Pasqualino Piunti – anche i tecnici dei rispettivi enti.

Nulla di nuovo sotto il sole, se non la conferma delle ipotesi lanciate poco prima di Pasqua. “Si stanno valutando iancora i cinque progetti”, spiega Piunti. “Contatteremo l’Anas affinchè ci dia pure il suo parere. Il confronto dovrebbe avvenire nelle prossime settimane”. Uno dei tracciati in questione era stato preso ad esame proprio dal gestore delle strade e autostrade italiane, che l’aveva inserito in graduatoria al 17esimo posto sulle 54 priorità complessive. Un buon posizionamento, che dovrebbe far sperare in un futuro finanziamento.

LOTTIZZAZIONI DI VIA CARNIA C’è poi sempre viva la questione di via Carnia con le sue lottizzazioni. Affermava Celani il 26 marzo scorso: “Molte di queste proposte, non tutte, ci libererebbero dal problema”. Sul tavolo pure la possibilità della realizzazione di due gallerie e di altrettanti viadotti. Da Santa Lucia sino all’Albula (una canna dritta, con pendenza dell’1,3%) e da sotto l’area del cimitero per poi sbucare sulla stessa via Carnia. “Il progetto combacerebbe con quello dell’Anas per il primo tratto. Le gallerie verrebbero lunghe circa un chilometro ciascuno”, concludeva il numero uno di Palazzo San Filippo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 374 volte, 1 oggi)