SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tecnologia e sistemi di lavorazione: sono questi i temi di interesse dell’Associazione italiana di tecnologia meccanica (Aitem) che ogni due anni si riunisce per promuovere un momento di riflessione e aggiornamento tra i circa trecento associati. Il sambenedettese Filippo Gabrielli (lo abbiamo intervistato per il prossimo settimanale in edicola), ordinario di Tecnologie e sistemi di lavorazione presso l’Università politecnica delle Marche,  in qualità di membro del consiglio direttivo dell’Aitem, ha proposto San Benedetto del Tronto per ospitare la ventura edizione del congresso a settembre del 2013.

“Il prossimo congresso sarà quello del ventennale – dichiara Filippo Gabrielli – dato che la prima edizione si è tenuta ad Ancona nel 1992. Si tratta di una tre giorni all’insegna delle tecnologie produttive a livello industriale. Una manifestazione che richiamerà buona parte degli iscritti all’associazione, oltre ovviamente gli accompagnatori”.

L’edizione dello scorso anno si è tenuta a Napoli in occasione delle celebrazioni per i duecento anni della fondazione della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli studi Federico II.

“Per l’ipotesi di San Benedetto stiamo vagliando la possibilità di utilizzare la Facoltà di Economia dell’Università politecnica delle Marche ubicata nel palazzo Vannicola in via del mare. Un luogo che avrebbe tutte le caratteristiche richieste per ospitare eventualmente la manifestazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 791 volte, 1 oggi)