MARTINSICURO – I sindaci come primo e fondamentale strumento di riavvicinamento dei cittadini alla politica. Il senatore del Pd Ignazio Marino, che ieri sera è arrivato a Martinsicuro per sostenere la candidatura a sindaco di Andrea Buonaspeme per la lista di centrosinistra “Cambiamo Insieme”, ha incentrato gran parte del suo intervento sulla necessità della politica di riconquistare la fiducia dei cittadini, ai minimi storici in questo momento per le note vicende che hanno coinvolto alcuni partiti a livello nazionale.

Ad accogliere Marino presso la sala consiliare di Martinsicuro erano presenti esponenti provinciali e regionali del centrosinistra, tra cui il segretario provinciale del Pd Robert Verrocchio e il consigliere regionale Giuseppe De Luca. Marino è stato introdotto dal senatore Giovanni Lignini, che ha sottolineato come, con la candidatura a sindaco di Andrea Buonaspeme e di diversi consiglieri alla prima esperienza politica, si sia intrapreso nel centrosinistra di Martinsicuro il rinnovamento della classe dirigente.

La parola è poi passata a Buonaspeme, che si è soffermato sulla ritrovata unità del centrosinistra a Martinsicuro: “Gli errori del passato sono stati motivo di crescita, e non verranno ripetuti in futuro. La nostra è una squadra che riunisce tutto il centrosinistra, ed è per noi un motivo di orgoglio”. Ha poi focalizzato l’attenzione sul problema della sicurezza, che il centrosinistra intende risolvere “non attraverso la presenza dell’esercito a Martinsicuro, come qualcuno ha invocato negli anni passati, ma promuovendo l’integrazione e coinvolgendo la comunità straniera”. Ha annunciato la nomina di un delegato alla sicurezza, l’istituzione di un numero verde per incoraggiare i cittadini ad effettuare segnalazioni, l’apertura di uno sportello antiviolenza, e la realizzazione di piste ciclabili “per riportare la gente a vivere le strade della città, e non solo ad attraversarle”.

Un discorso che ha dato lo spunto al senatore Marino di ribadire il ruolo fondamentale dei sindaci nello smorzare l’aria di antipolitica che si respira negli ultimi tempi, e nel riavvicinare i cittadini alla politica e alla vita amministrativa, nel senso più nobile del termine. Non ha poi mancato di fare riferimento ai recenti casi di corruzione che hanno investito i vertici nazionali di alcuni partiti.“I sindaci sono le persone più vicine alla gente, perché affrontano problemi molto sentiti dalla collettività. La politica deve essere uno strumento al servizio dei cittadini, non un mezzo per collocare persone e ottenere profitti personali. Compito dei sindaci è di ridare alla politica quella dignità che si è andata perdendo negli ultimi tempi”.

Il senatore ha poi concluso ribadendo l’importanza della trasparenza amministrativa, che Buonaspeme ha affermato di voler realizzare attraverso la trasmissione via web dei Consigli comunali e la pubblicazione di tutti gli atti amministrativi sul sito del Comune.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)