SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Presunto inquinamento delle acque in una condotta a cielo aperto ubicata presso la Sentina. A rivelarlo è un’ordinanza sindacale del 6 aprile scorso che informa anche di una comunicazione all’Arpam di Ascoli Piceno, che ha già effettuato il prelievo.

Sul canale si sarebbero immesse le acque provenienti da una vasca ubicata all’interno del piazzale di una ditta di San Benedetto. “Nella condotta – recita il documento – vi erano presenti acque dello stesso colore di quelle presenti all’interno della condotta a cielo aperto della Riserva Naturale”.

Ecco dunque l’ordine di provvedere all’immediata rimozione ed “avvio a smaltimento dei reflui stagnanti nella condotta a cielo aperto, alla realizzazione non oltre i 30 giorni dalla notificazione delle opere necessarie ad evitare il ripetersi di simili sversamenti. Trascorso il termine assegnato senza che l’interessato abbia ottemperato all’ordine, si provvederà all’esecuzione d’ufficio con le spese a carico del contravventore e si procederà alla denuncia alla competente autorità giudiziaria”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 415 volte, 1 oggi)