MARTINSICURO – Il Partito Democratico condanna la scritta ritrovata la scorsa notte sul muro della sede di via Roma a Martinsicuro. La frase, indirizzata sia al Pd che al Pdl, definiti “distruttori di territorio, affamatori di popolo” porta la firma di un sedicente gruppo “No Tav”.

“Ritengo errato il metodo – ha commentato il candidato sindaco della lista “Cambiamo Insieme” Andrea Buonaspeme -.  Imbrattare e danneggiare una sede elettorale o di un partito, come un monumento o una casa civile, è un fatto che non dovrebbe mai accadere. Invito queste persone, che hanno manifestato un malcontento, al dialogo ed a confrontarsi con me e con i candidati della mia lista, la nostra sede è sempre aperta. L’ambiente, la sostenibilità, strategie per il lavoro dei martinsicuresi – ha aggiunto Buonaspeme – sono alla base delle nostre scelte. La democrazia partecipata vincolante è una delle forze che ci impegnano a seguire quello che il cittadino ci indica. Riteniamo che il dialogo e la trasparenza siano alla base del cambiamento che vogliamo per la nostra città.

Non mi sento affatto intimidito dal gesto – ha concluso – e il nostro impegno per il bene di Martinsicuro e dei suoi cittadini sarà ancora più forte e determinato”.

Sull’episodio è intervenuto anche il segretario provinciale del Pd Robert Verrocchio: “Esprimo tutta la mia solidarietà nei confronti del circolo di Martinsicuro del Partito Democratico” ha affermato Verrocchio. “Per noi il confronto politico deve avvenire sui binari del rispetto civile. L’atto di ieri notte arriva poi in un momento particolarmente importante e delicato per la città come le elezioni e dunque offende tutta la politica senza alcuna distinzione di schieramento. Oggi più che mai i partiti sono chiamati al massimo impegno nei confronti delle sfide che la società ci pone davanti. Sarebbero guai se si guardasse all’antipolitica come alla soluzione dei problemi che abbiamo di fronte. Il compito delle forze politiche è quello di ricostruire i legami con i cittadini. Proprio a Martinsicuro vi è la necessità di ricostruire un rapporto sano e trasparente tra la gente e tutto ciò che vi è di sano nella politica. Il mio invito al candidato sindaco e a tutta la coalizione di centrosinistra è quello di non lasciarsi intimidire e di andare avanti con sempre più convinzione nel loro splendido lavoro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)