SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mancano poche giornate al termine del campionato e la classifica sembra non guarire dal suo camaleontismo. Per un primo posto già occupato, ce n’è un secondo ancora molto conteso. L’Ancona è una scomoda coinquilina per la Samb e la Civitanovese, ad un solo punto di distacco, vuole godere tra le due litiganti.

Dopo la piatta ma fortunata performance realizzata a Rimini, i rossoblu si preparano ad affrontare una nuova sfida contro la San Nicolò che si svolgerà, in occasione delle festività Pasquali, sabato 7 aprile al Riviera delle Palme. Un incontro da non sottovalutare considerata l’inaspettata vittoria di platino che i biancoazzurri hanno inflitto alla squadra di Cornacchini nel posticipo di lunedì 2 aprile.

Un miracolo dal quale la Samb dovrà guardarsi bene visto che, a detta di mister Palladini, “gli avversari non avranno nulla da perdere”. Causa infortuni non potranno scendere in campo capitano Rulli e Donzelli ai quali si andranno quasi sicuramente ad aggiungere Ianni e Pazzi. Non risulta impossibile, dunque, ipotizzare la formazione che il tecnico deciderà di adottare: un 4-3-3 che vedrà l’estremo difensore Di Vincenzo coperto da Bordi, Marini, Mengo, Nicolosi, al centrocampo Oretti, Carteri, Carpani e in zona offensiva Di Vicino, Puglia e Voinea.

“Le assenze di giocatori importanti – ha affermato il tecnico – non ci aiutano, specie se consideriamo la mancanza di un centroavanti in grado di sostituire il nostro Pazzi. Di questo ce ne sarebbe bisogno e credo che la questione debba far riflettere. La partita di domenica scorsa non ha entusiasmato nessuno ed è per questo che ora dobbiamo pensare a far meglio”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 285 volte, 1 oggi)