CHIETI- Sassi da un cavalcavia. Sembrava ormai superata la stagione di quei folli gesti ma purtroppo ecco che la cronaca porta alla ribalta un nuovo episodio. Protagonisti due quattordicenni che sabato 31 marzo intorno alle ore 18 si erano appostati dietro ad un cespuglio su un cavalcavia all’altezza del chilometro 397 sulla A14 in contrada Tollo in territorio abruzzese.

A scoprirli un appuntato dei Carabinieri di Acquaviva Picena residente a Grottammare che trovandosi a passare da quelle parti con la propria famiglia su di una autovettura è stato colpito da un sasso che per fortuna ha solo incrinato il parabrezza.

Sceso immediatamente dall’automezzo l’agente dell’Arma, dopo aver individuato il luogo dal quale era partito l’oggetto, ha scavalcato il guardrail ed è riuscito a sorprendere i due ragazzini ancora intenti nel loro folle gioco.

Prontamente fermati dall’agente delle Forze Dell’Ordine sono stati poi consegnati da quest’ultimo agli uomini della Polizia Stradale e ad una volante dei Carabinieri. Per i due minorenni la denuncia di lancio pericoloso di oggetti atti a contundere e attentato alla sicurezza dei mezzi di trasporto. Alla denuncia è seguito il deferimento al Tribunale dei Minori dell’Aquila.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 799 volte, 1 oggi)