CAGLIESE-GROTTAMMARE: 1-0

CAGLIESE: Gerbino; Rebiscini, Gentili, Casavecchia, Bartoli; Giacchi (83’ Pieretti), Painelli, Maggioli, Cabello (43’ Pierpaoli) Cossa., Serafini. A disp. Pettinelli, Capodacqua, Del Re, Fiorani, Marcucci.

Allenatore: Scardovi

GROTTAMMARE (4-3-3): Calvaresi V.; Frinconi, Capriotti, Valentini, Ruggeri; Adorante F., Adorante R., Gaibo; Nardini (78’ Silvestri), Ze Peres (62’ Ludovisi), Iachini (67’ Cesani). A disp. Damiani, Marcatili, Ramadori, Calvaresi M..

Allenatore: Zaini

ARBITRO: Cudini di Fermo

RETI: 63’ Cossa

AMMONITI: Bartoli, Casavecchia, Valentini e Pierpaoli

ANGOLI: 3-6

RECUPERO: 1′+3’

CAGLI – Alla fine gli sforzi accumulati dopo innumerevoli buone prestazioni si sono fatti sentire. Nel match contro la Cagliese i bianco-celesti sono apparsi meno spensierati e cinici del solito, non riuscendo a crescere progressivamente minuto dopo minuto come nelle sfide passate per poi giungere al gol. In realtà la sfida contro i pesaresi è stata livellata e piuttosto monotona, decisa da un singolo episodio tra l’altra scaturito da un errore della difesa ospite. Partita giocata prettamente a metà campo ove però si è assistito per gran parte del tempo a fraseggi confusi e inconcludenti.

Grottammare più tendenzioso a tener palla ma la supremazia del possesso viene vanificata dall’episodio chiave che ha visto il pericoloso bomber Cossa approfittare di una distrazione della retroguardia rivierasca per siglare il suo nome nella lista dei marcatori. I rivieraschi colpiscono anche una traversa ad inizio gara, l’eventuale rete avrebbe cambiato radicalmente l’aspetto del match conducendo verso una condizione di gioco più rabbiosa e accanita da parte delle due fazioni. Poche le azioni degne di nota da entrambi i fronti, con gli ospiti che partono bene come sempre con il legno colpito da Adorante F. per poi dissipare il focus delle azioni a centrocampo. Cagliese trotta lentamente e per la prima azione a rischio dal loro fronte bisogna attendere quasi la fine del primo tempo.

Gli uomini di Zaini sentono esulcerarsi le piccole ferite accumulate a causa del esoso dispendio di energie attuato per raggiungere l’attuale posizione in classifica, una Cagliese non superiore ne approfitta aspramente. Decisive saranno le due settimane di riposo per le feste Pasquali, che andranno a ripristinare gli animi e i muscoli per il rush finale. Grottammare può ritenersi soddisfatto di quanto fatto finora, superando ogni buona aspettativa che ci si era prefissati a Settembre. Compagine che ha dato tutta se stessa vivendo appieno il sogno dei Playoff partita dopo partita, ma la difficile marcia per raggiungere l’obiettivo continua inesorabile assieme ad altre formazioni ambiziose tanto quanto i bianco-celesti.

Il Grottammare scende in quinta posizione superato dalla vincente Urbania e infastidito nella parte retrostante dalla Vigor Senigallia. Le tre squadre si portano tutte un punto di distacco tra loro. Il pronostico di mister Baldarelli (Urbania) si fa sempre più realistico.

Per la cronaca poco da segnalare. Ospiti partono magnificamente come ci hanno abituato e dopo appena 240’’ ecco che Francesco Adorante colpisce in pieno la traversa. Poi la smania si affloscia da entrambe le parti e si verifica un conglobamento a centrocampo. Per una piccola scarica di adrenalina sugli spalti bisogna attendere il 38’ quando su corner battuto da Cossa, Rebiscini spara addosso a Calvaresi.

Nella ripresa i temperamenti non mutano e la sfida resta monocromatica. Al 63’ l’errore in fase difensiva del Grottammare porta l’opportunista Cossa, ben servito da Painelli, a realizzare facilmente il vantaggio. I rivieraschi tentano di reagire ma lo snervamento e lo stess accumulati per rendere al meglio nelle precedenti gare fanno da freno a mano ad una reattività più incisiva e impetuosa. Il tiro da fuori di Nardini al 67’ e la timida conclusione di Adorante F. al 82’ sono sintomatici di una sfida che forse, per motivi contingenti, entrambe le squadre non hanno potuto giocare al pieno del loro potenziale e vigore.

Mister Zaini: “Non è stata tutto sommato una brutta partita, noi siamo stati imprecisi e infatti il gol della Cagliese è arrivato a causa di un retropassaggio errato. La traversa di Adorante avrebbe potuto cambiare totalmente volto alla gara. Questa era una partita da 0-0. Ho visto troppo nervosismo, imprecisione e ansiosità da parte dei miei ragazzi. Nella due settimane che ci separano dalla ripresa del campionato riprenderemo lavorando con più caparbietà che mai. Ma ho visto anche qualcosa di buono, come la prestazione di Nardini. Lo voglio elogiare, anche oggi ha giocato molto bene. L’ho sempre tenuto in considerazione, possiede grandi qualità e secondo me è sprecato per questa categoria”.

Si ringrazia RadioC1InBlu per il tabellino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 1 oggi)