ASCOLI PICENO – Il Gup del Tribunale di Ascoli ha ascoltato questa mattina in sede di udienza preliminare le difese degli undici tifosi della Sambenedettese relativamente agli scontri con le forze dell’ordine avvenuti nell’occasione dell’incontro di calcio Samb-Genoa del 2006, e per i quali sono stati accusati di resistenza a pubblico ufficiale, lancio di oggetti e utilizzo di materiale atto ad offendere. Negli scontri rimasero ferite ventuno persone tra carabinieri e polizia. Nelle indagini sono state utilizzate le registrazioni video e le foto scattate durante i tafferugli.

Per tre degli imputati, difesi dall’avvocato Angelozzi di Ascoli, è stata scelta la via del patteggiamento di otto mesi di reclusione con la richiesta di sospensione condizionale della pena. Altri due, difesi dall’avvocato Venieri di San Benedetto, hanno patteggiato rispettivamente un anno e otto mesi, pena che è stata condonata in applicazione dell’indulto. Tutti gli altri sono stati rinviati a giudizio con udienza fissata per il 5 giugno 2012 davanti al Tribunale di San Benedetto del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.809 volte, 1 oggi)