ALBA ADRIATICA – “Il Poeta”, mediometraggio sperimentale di Mauro John Capece, concorrerà il prossimo primo aprile presso ÉCU – The European Independent Film Festival – di Parigi.
La storia de “Il Poeta” narra di un artista umile che ciba la sua anima di poesia, ma che sbarca il lunario facendo il muratore. La sua passione per l’arte diviene debolezza in una società mercenaria, che lo rende incompreso e lo espone ad innumerevoli delusioni. La sua fidanzata (interpretata da Corinna Coroneo), dapprima affascinata dal suo spirito sognante, finisce per lasciarlo quando si scontra con la sua indigenza. Il suo capocantiere, un losco figuro interpretato da Massimo Balloni, lo denigra, facendosi scherno dei versi che egli, imperterrito, compone. Ma il poeta, che ha il volto di Giuliano Palmarini, continua a scrivere e declamare, appigliandosi a quella che è la sua vera compagna di vita: la poesia.
Le locations in cui è ambientato il film sono tutte abruzzesi, regione di origine del regista Mauro John Capece, che dichiara: “Il Poeta è un’opera autobiografica, che sento di dedicare a tutti gli scrittori e gli artisti che combattono la loro battaglia quotidiana per esprimersi. La candidatura all’ ÉCU di Parigi è un grande riconoscimento, che tutto lo staff merita“.
“Il Poeta” è stato selezionato al festival ÉCU insieme ad altre tre produzioni italiane, un grande lustro per una cinematografia spesso sottovalutata in patria, ma che riesce però ad emergere in contesti di respiro internazionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 170 volte, 1 oggi)