SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Per il quinto anno consecutivo il Porto 85 ha presentato al Village della Roma Marathon la gara podistica Ascoli-San Benedetto che giungerà il 23 settembre del 2012.

 

Dal 15 al 17 marzo scorso, come ogni anno, grazie al contributo del iistorante Papillon sono stati distribuiti allo stand approntato dall’organizzazione focacce e mortadella, vini della cantina Ciù-Ciù (in particolare trenta bottiglie di Passerina), Salumi Salpi e maccheroncini di Campofilone De Carlonis oltre a numerosissime vaschette di olive all’ascolana che come ogni anno hanno riscosso un notevole successo di pubblico.

Tutti, espositori e atleti, hanno apprezzato di buon grado le specialità della nostra vallata. Quindici atleti del Porto 85 hanno poi preso parte alla maratona con ottimi risultati.

Marco Augusto Mariani ha portato a termine la gara con un ottimo 2.54,02, mentre Claudio Seghetti ha tagliato il traguardo con un più che buono 3.29,42. Buoni risultati hanno ottenuto Sergio Rosati con 3.39,58, Enrico Cimaroli 3.42,33, Simone Bovara 3.52,57 e Giuseppe De Donatis 3.54,50. Feliziana D’Angelo con 4.08,12 e Ida Guidi 4.12,18 hanno tenuto alto il valore del settore femminile del Porto 85.

Ottimo risultato di Manrico Urbani che è riuscito ad ottenere il suo personale con un buon 4.24,15, Pier Lombardini, Antonio Mascaretti, Marco Collini, Federico Paci e Alessandra Palmieri, si sono difesi con onore nonostante la preparazione appena sufficiente. Da sottolineare la prestazione di Guido Rosati che nonostante in allenamento non avesse mai superato i 12 chilometri, è riuscito a portare a termine la maratona con il tempo di 6.15,11.

 

“La gara è diventata una classica del panorama podistico italiano, ora però abbiamo bisogno dell’aiuto dei politici locali, sindaci, assessori allo Sport della Vallata del Tronto e della Provincia così come il presidente dell’assise di Ascoli Piceno. Il successo di un’organizzazione di gare podistiche si misura principalmente dalla chiusura al traffico. Non siamo riusciti, nelle passate edizioni, a farci capire dagli automobilisti locali rispetto al discorso di pazientare al massimo un’ora: è questo il massimo tempo di attesa per il passaggio di tutti gli atleti sulla strada Salaria. Speriamo che gli organi competenti, il 23 settembre 2012 possano indire una giornata o una mezza giornata ecologica”, dichiara Roberto Silvestri del Porto 85 Polisportiva.


Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 229 volte, 1 oggi)