MONTEFIORE DELL’ASO – La raccolta differenziata diviene realtà collettiva. Partirà il 1° aprile, il nuovo metodo la raccolta dei rifiuti “porta a porta” e sarà gestita dalla cooperativa “La Splendente”.

La decisione è arrivata dopo un lavoro svolto dalla commissione consiliare, in costante confronto con la giunta comunale.

Saranno quindi eliminati dal territorio quasi tutti i cassonetti e si attiverà una ritiro domiciliare, con la consegna a tutte le famiglie degli appositi strumenti per la nuova tipologia di raccolta differenziata.

Inoltre sarà attivata un’“Isola Ecologica”, aperta in tutti i giorni di raccolta dalle ore 7 alle ore 11, dove potranno essere smaltiti i cosiddetti rifiuti speciali (rifiuti solidi urbani) e gli “ingombranti”.

Per accompagnare i cittadini nel cambiamento sono stati organizzati degli incontri divisi per zone. I primi due si sono tenuti nelle giornate del 20 e 21 marzo nelle contrade Aso e Menocchia. Il 23 marzo sarà la volta del centro storico e del centro abitato (via Gentile, via Marconi, via Molino, via Tomei, via Moro).

Il 26 marzo l’amministrazione s’incontrerà con gli abitanti di via San Giovanni, via Trieste, via Egidi, via Fani, piazza Antognozzi, via Gorizia e via Marconi, infine l’ultimo incontro sarà dedicato alle imprese ed è previsto per il 28 marzo, dove i protagonisti saranno i pubblici esercizi, attività commerciali, industriali e artigianali.

“Innanzitutto desidero ringraziare la commissione consiliare che ha lavorato negli ultimi mesi per arrivare a questo importante risultato – afferma il sindaco di Montefiore dell’Aso Achille Castelli– in questa fase sarà fondamentale da parte nostra informare i cittadini sulle novità che sicuramente incideranno sulle abitudini quotidiane. Chiediamo pertanto alle famiglie un piccolo sforzo per contribuire a far sì che gli scarti non siano più un problema per l’ambiente e la comunità ma una risorsa che possa essere riutilizzata e riciclata, tornando a nuova vita invece di occupare discariche o essere incenerita.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)