SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Under 20 sta un passo avanti. Ma solo uno, perché adesso il gioco, come diceva John Belushi in The Blues Brothers, si farà duro e i duri dovranno iniziare a giocare. La formazione rossoblu ha infatti vinto con abbondante anticipo il campionato regionale di rugby Under 20 e accede così alle finali nazionali che si disputeranno a partire a partire dal 25 marzo. Ma andiamo con ordine: domenica 18 marzo ultimo atto del torneo regionale con una straripante Unione Samb che ha superato per 42-0 la Stamura Ancona: dominio nel primo tempo con meta per due volte l’estremo Castelletti e quindi l’ala Nacollari con veloci incursioni nell’area dei ventidue metri avversaria; risultato parziale 17- 0.

Nel secondo tempo il canovaccio della sfida non cambia sempre con l’Unione a macinare gioco con maggiore determinazione, e grazie a numerosi innesti dalla panchina, riesce a realizzare altre 5 mete, per un risultato finale di 42 –  0.
Gli allenatori Massi e Citeroni hanno schierato: Castelletti, Di Paolo, Felici (Corradetti), Pellei cap., Nacollari (Rosini), Valeri, Del Prete, D’Amario (Sabatini), Maranci, D’Angelo M. (Maccaferro), Palmiero, Boniolo (Cocchi), Zid, Sabini (Di Buò) Felicetti; a disposizione: Palestini.
Mete: 2 Castelletti, 2 Rosini, 1 Nacollari, 1 Pellei, 1 Felicetti, 1 Del Prete.
Trasformazioni: 1 Pellei.
Ora i rossoblu ospiteranno al Fratelli Ballarin, alle ore 12:30 di domenica 25 marzo, il Rugby Jesi. La vincitrice accederà alle semifinali contro le vincenti dei gironi umbro-toscani (Livorno-Città di Castello e Colorno-Vasari Arezzo), il 1° aprile.
Il presidente dell’Unione Rugby Denis Iotti si mostra visibilmente soddisfatto per i risultati fin qui ottenuti: “Forse di arrivare primi ce lo aspettavamo, ma di raggiungere questa posizione nel modo in cui lo abbiamo fatto, imbattuti nonostante qualche infortunio e le difficoltà che normalmente si incontrano durante la stagione è per noi sicuramente un motivo di vanto”.
Riguardo la sfida con Jesi, Iotti afferma che “noi rugbysti sappiamo bene che ogni partita ha storia a sè, e quindi è ben difficile lanciarsi in previsioni. Sicuramente i nostri ragazzi daranno sempre il massimo e poi, nello spirito della palla ovale, che vinca il migliore”.
Ragazzi che già nell’anno prossimo potranno rinforzare i ranghi della prima squadra, “almeno i cinque o sei nati nel 1993, mentre gli altri potranno continuare con l’under 20, con un anno di esperienza in più”.

La speranza è che i rossoblu riescano ad andare avanti dal 29 aprile al 10 giugno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 341 volte, 1 oggi)