SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nulla da fare tra Sorgenia Menawatt e Samb. Adriano Maroni, amministratore delegato della società grottammarese che opera a livello nazionale, ha escluso la possibilità che il suo gruppo investa nella Samb. Il nodo della discordia resta lo stadio “Riviera delle Palme”: “Usare un contenitore del genere per giocare una partita ogni due settimane non ha senso – afferma – Noi dobbiamo agire da imprenditori mentre oggi investire nel calcio solo per il calcio è un suicidio economico assicurato. Dovremmo gestire lo stadio in maniera diversa ma questo non è possibile allo stato attuale”.

Altro sale sulle ferite della Samb dopo la polemica tra l’attuale proprietà, l’ex presidente Spina e l’amministrazione comunale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.981 volte, 1 oggi)