MONTEPRANDONE – “Mi prendo cura di te”: è questo il progetto che vede premiata Monteprandone nell’ambito dell’assistenza sociale: la città di San Giacomo rientra infatti tra i due comuni della Provincia (l’altro è Ascoli, mentre nelle Marche sono soltanto 6) a veder riconosciuta la validità del proprio progetto in ambito sociale.

Attraverso l’ex Indpdap-Inps infatti l’amministrazione riceverà circa 80 mila euro, su un totale di 90 mila, che sarà utilizzato per l’assistenza domiciliare in favore di pensionati pubblici, coniugi conviventi ed i loro familiari di primo grado non autosufficienti, per complessivi 15 beneficiari (farà fede la data della domanda, in caso di domande in esubero potrebbe utilizzarsi il reddito Isee).

Maurizio Petrelli, direttore Inps provinciale di Ancona, in rappresentanza della presidente regionale Susanna Servile, ha spiegato che “si tratta del secondo progetto Home Care Premium dopo quello della prima edizione, anche se non sappiamo se e in che modo potremo riproporlo per l’anno venturo a causa del decreto Salva-Italia”. Presenti assieme a Petrelli anche Marco Buzzelli, funzionario regionale, Ludovica Mignini, referente provinciale e Barbara Di Costanzo dell’Inpdap regionale. Il bando, pubblicato nel novembre 2011, ha dato tempo agli enti locali di presentare i propri progetti entro lo scorso 9 dicembre, su linee di welfare relativa ai giovani e agli anziani e, riguardo questi ultimi, per quelli autosufficienti e quelli non autosufficienti.

Per quanto riguarda Monteprandone il progetto avrà diversi aspetti: assistenza diretta alla persona (igiene), assistenza domestica (preparazione pasti), servizi di prossimità (trasporto sociale, farmaci, spesa, compagnia) e contributi una tantum (rimborso spese day hospital tutelare e riabilitativo).

Il progetto, seguito per il comune di Monteprandone da Alberto Croci e dalla segretaria comunale Miriam Casulli, si inserisce, “nell’insieme di misure rivolte all’assistenza sociale rivolta agli anziani per la quale il bilancio comunale prevede una spesa di 1,45 milioni di euro annui” spiega il sindaco Stefano Stracci, che aggiunge: “Abbiamo l’assistenza sanitaria regionale oltre quella comunale e quindi anche questo ulteriore intervento dell’Inpdap-Inps, senza dimenticare i progetti come il centro diurno Pacetti”. L’assessore alle Politiche Sociali Matteo Troiani concorda sul fatto che “stiamo portando avanti il nostro programma elettorale oltre quelle che erano le nostre aspettative”.

Per ulteriori informazioni è possibile chiamare l’Ufficio Servizi Sociali di Monteprandone allo 0735710937/35, oppure mandare una e-mail a servizisociali@comune.monteprandone.ap.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 552 volte, 1 oggi)