SANT’OMERO – Un finale emozionante per il torneo di bocce di Poggio Morello. Il 14mo Memorial Giannino Farinelli ha portato alla ribalta una coppia di giovanissimi atleti della bocciofila Città di Campli, che è riuscita a mettere in difficoltà la coppia vincente di serie A, rendendo la gara incerta fino all’ultimo.

Organizzato dalla Bocciofila Poggio Morello, presieduta da Alessandro Salvati, il torneo ha visto gareggiare dal 5 al 16 marzo campioni delle bocce Categorie A, B, C, D, provenienti da diversi club.

Quattro le coppie premiate con trofeo, coppe e somme in denaro dal presidente stesso, dal vicepresidente del comitato provinciale, Primo Di Ubaldo e dal rappresentante regionale Orlando Di Paolo: al quarto posto la coppia Bruno Straccia/Aleandro Cardelli di Alba Adriatica, al terzo Silvano Bianchini/Celestino Ricciardi della Bocciofila Poggio Morello, al secondo i giovanissimi Aron Rocchetti/Mattia Camaioni della bocciofila Città di Campli e i vincitori i campioni Luca Santoni e Domenico De Iulis della Bocciofila Pinetese.

Ottimo piazzamento anche per i veterani Giuseppe Manucci e Gaetano Ricci.

Il pubblico, tra cui anche il sindaco Alberto Pompizi, l’assessore Giorgio Di Sabatino e il consigliere Fiorenzo Ricci, improvvisatosi fotografo per l’occasione, ha risposto con grande entusiasmo affollando il bocciodromo e ammirando la correttezza degli atleti e la professionalità dei giudici di gara.

I festeggiamenti hanno rispettato la tradizione del vecchio borgo, con salsicce e arrosticini per tutti.

Il prossimo appuntamento è per il 20 maggio per un torneo domenicale, a cura del direttivo che insieme a Salvati comprende anche Paolo Santomo, Bruno Rastelli e il tuttofare Giuseppe Manucci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 370 volte, 1 oggi)