FERMANA-GROTTAMMARE: 2-1

FERMANA: Cionini, Lazzerini, De Reggi, Del Tongo, Cudini, Brizzi (78′ D’angelo), Facciaroni (36′ Mangiola), Parlato, Mariani, Piccirillo, Paris (88′ Fabiani). A disp: Quondamatteo, Casino, Bagalini, Veroli

Allenatore: Lorenzo Scarafoni

GROTTAMMARE: Calvaresi V., Adamoli (16′ Ramadori), Ruggeri, Gaibo (66′ Calvaresi M.), Valentini, Capriotti, Frinconi, Adorante F., Ludovisi, Adorante R. (75′ Zè Peres) Iachini. A disp: Damiani, Silvestri, Marcantili, Nardini

Allenatore: Luigi Zaini

ARBITRO: Perotti di Campobasso (coadiuvato da Galli e Vitali)

RETI: 22′ Iachini, 29′ Paris (R), 42′ Mariani

AMMONITI: 23′ Cudini, 26′ Iachini, 29′ Ruggeri, 79′ Ramadori, 91′ Adorante f.

ESPULSI:

ANGOLI: 2-3

RECUPERO: 3′+4′

SPETTATORI: 200 circa

FERMO – Per la super-sfida contro la Fermana ci si aspettava un Grottammare cauto e calcolatore, inibito nelle azioni offensive e opportunista qualora i possenti avversari avessero commesso errori. Invece si è verificata la condizione opposta, espressa al meglio nei primi 30 minuti di gara che hanno visto gli uomini di Zaini dominare a centrocampo mandando in stasi i padroni di casa e addirittura passando in vantaggio con un guizzo di Iachini. Proprio come contro il Tolentino, quando i bianco-celesti hanno letteralmente signoreggiato in campo per i primi 40 minuti per poi subire il gol dei maceratesi. Stesso copione oggi al Recchioni di Fermo, con la compagine rivierasca che parte da subito rabbiosa e caustica, incurante del nome (e che nome!) che portano gli avversari e menefreghista nei confronti dei pregiudizi che a livello psicologico oppositori di tale calibro potrebbero suggellare nelle menti dei giocatori, portandole al timore di non essere all’altezza della situazione e condizionandole ad una partita di rimessa.

Non è andata così, il Grottammare ha giocato egregiamente la prima mezz’ora con un centrocampo stupendo che ha visto Gaibo spiccare come migliore in campo, un vantaggio furbo e celere nell’esecuzione poi il pareggio su rigore della Fermana e il gol del vantaggio per i giallo-blu pochi minuti dopo manda negli spogliatoi due fazioni che hanno ben poco da recriminarsi. Partita che sarebbe potuta terminare in pareggio e che sancisce per i padroni di casa l’inclinazione ad essere reattivi e bravi nel ribaltare a proprio vantaggio le situazioni, per gli ospiti la conferma che anche contro le grandi si è facilmente capaci di sfoggiare ottime prestazioni, con relativa corroborazione. Nella ripresa, a punteggio fissato, poche azioni degne di nota e tanta irritazione in campo, si registrano diversi falli e creatività molto bassa da parte di entrambe le squadre.

Per la cronaca si parte al 15′ con Gaibo che in contropiede vola verso la porta avversaria, si accentra e calcia un collo destro potente alto di poco. Al 22′ è il Grottammare che passa in vantaggio: su punizione battuta velocemente da Ludovisi dal limite, la palla filtra dentro per Iachini che si inserisce in area e di piatto destro realizza facile. Un gol velocissimo su schema con difesa della Fermana sorpresa e impassibile, a quanto pare colta alla sprovvista causa un disguido con l’arbitro. Il Grottammare è padrone della gara a centrocampo e punge sempre di più gli avversari con costanza, ma la Fermana alla prima occasione di disinibirsi uscendo dalla propria metà campo con un’azione da gol realizza il pareggio. Al 29′ causa fallo in area di Ruggeri su Piccirillo, l’arbitro concede il rigore. Dal dischetto Paris non fallisce, nonostante Calvaresi indovini la traiettoria e fissa il risultato sul 1-1.

Pareggio che porta al match più equilibrio, con le due squadre che giocano a sprazzi aggressivamente e a sprazzi timidamente. Timidezza che aumenterà molto nella ripresa, supportata da tanta tensione. Al 42’ Fermana in vantaggio. Cross dalla sinistra per Mariani che stoppa di petto e da posizione defilata tenta un primo tiro respinto da un difensore rivierasco, poi in secondo che si infila basso sul primo palo alla sinistra di un incolpevole Calvaresi. L’ultima azione del primo tempo degna di nota è per Frinconi che a due minuti dal recupero si invola sulla fascia e la crossa al centro per la testa di Ludovisi respinta in corner. Sull’angolo battuto, ancora Ludovisi di testa va vicinissimo al gol con palla alta di pochissimo.

Nella ripresa poco da segnalare, la Fermana si chiude bene e il Grottammare tenta di sfondare mettendoci la grinta di sempre, ma la troppa tensione in campo tra i giocatori fa perdere di lucidità entrambe le squadre che nel corso del resto del match pensano sempre meno a costruire in maniera definita.

Al 50′ Iachini tenta un improbabile pallonetto ad altezza limite spigolo area destra con palla di poco alta, dopo nove minuti viene annullato gol alla Fermana, secondo l’arbitro Parlato aveva realizzato di mano.Rivieraschi provano a reagire al 70′ con Iachini dal limite ma il suo tiro è debole e facile preda per Cionini. Al 74′ Parlato dai 35 metri spara alto e due minuti dopo il collega Ramadori lo imita calciando alle stelle. Ultimi sussulti al 88′ con Paris che ci prova direttamente su punizione con sfera anche stavolta alta e addirittura al 93′ il Grottammare potrebbe pareggiare. Cross dalla sinistra di Calvaresi, Frinconi poco fuori l’area tenta un collo destro al volo che esce di poco a lato.

Mister Scarafoni: “Noi continuiamo a giocarci tutte le nostre carte fino alla fine, la vittoria di oggi ci porta serenità e tranquillità ma l’obiettivo Playoff è ancora lontano e noi giocheremo fino in fondo. La sfida contro il Grottammare lo sapevamo tutti che era difficile, e nonostante diversi infortuni ed un reparto offensivo con molte assenze siamo riusciti a vincere. Ringrazio i miei ragazzi per l’ottima prestazione”.

Mister Zaini: “Siamo riusciti a contenere gli avversari, il nostro portiere è rimasto inoperoso per gran parte del match. Credo che il rigore abbia condizionato molto, se non ci fosse stato io penso che il pareggio poteva essere un risultato più veritiero. Sapevamo a priori che la Fermana è tosta e la posizione in classifica ne è testimone, l’abbiamo affrontata col giusto spirito ma purtroppo gli episodi hanno giocato a nostro sfavore

Adesso gli occhi sono puntati sulla gara di domenica, arriva l’Urbania che con la vittoria di oggi ha scavalcato il Grottammare in quarta posizione, ad un solo punto di distacco dai rivieraschi.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 207 volte, 1 oggi)