GROTTAMMARE – La libertà dell’artista di fronte ai ricatti e agli obblighi del “gusto comune”. Pur di non scendere a compromessi, un architetto geniale e anticonformista fa l’operaio finché trova un alleato nel direttore di un quotidiano di New York la cui moglie, giornalista ambiziosa, è innamorata di lui. Quando un suo grande progetto subisce gravi modifiche, fa saltare in aria gli edifici e chiede un pubblico processo per sostenere le sue idee.

Questa è la sceneggiatura del film di King Vidor, “La fonte meravigliosa” che sarà proiettato alla Sala Kursal il 21 marzo alle 21:30

Prosegue così la stagione di iniziative culturali dell’associazione Blow Up di Grottammare, Doppio Sguardo: cinema e forme dell’arte fra tradizione e passaggi di tempo, dedicata alla valorizzazione dei legami tra il cinema e le arti: le figurative, la fotografia, l’architettura e il design, la danza, il teatro, la musica, la letteratura, il video, i fumetti, la moda.

Sceneggiato da Ayn Rand, che adattò il suo primo filosofeggiante romanzo, e ispirato alla vita dell’architetto Frank Lloyd Wright, è il più bizzarro film nella carriera di Vidor e di quella di Gary Cooper, protagonista del film: una magniloquente allegoria, più metafisica che etica, sull’individualismo.

Un inno all’autonomia dell’artista integro e orgoglioso che è utile al progresso della comunità più che le forze del denaro, degli affari e della politica che la sfruttano e l’asserviscono. Ciascuno dei personaggi principali incarna un valore o un disvalore. Sono astrazioni così com’è astratta e disincarnata la passione che lega i due protagonisti.

Come già dall’anno scorso, per partecipare a tutti gli appuntamenti è sufficiente acquistare la tessera F.I.C. 2011-2012 a soli 5 euro: l’ingresso sarà poi sempre gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 128 volte, 1 oggi)