Interviste VIDEO di Pier Paolo Flammini

Riprese e montaggio di Maria Josè Fernandez Moreno

Per guardare il video cliccare in basso a destra e attendi 10 secondi per il caricamento dello spot

Il numero di visualizzazioni su YouTube non tengono conto dei video guardati direttamente su RivieraOggi.it

MARTINSICURO – Non è semplicissimo raccogliere testimonianze video, a Piazza Cavour di Martinsicuro. Qualcuno non ne vuole proprio sapere, altri non vogliono forse esporsi, altri “hanno così tanto da dire, meglio lasciar perdere”. Poi a microfoni spenti viene fuori tutto: anni di silenzi, latitanza delle istituzioni, impotenza.

Fuori dalla scuola elementare non riusciamo a fermare nessuno davanti alla videocamera, proprio dove pensavamo che invece i genitori dei bambini volessero “difendere” il territorio così brutalmente perso in base alle cronache degli ultimi giorni. Altri invece accettano di parlare, nei negozi della piazza, oppure, ed è sorprendente, incontriamo un signore di origine albanese che racconta “di voler andare via, il prima possibile”. E non è l’unico: tra le mamme che prima di pranzo sono fuori dalla scuola in diverse dicono che “vorrebbero andare via“, che “non c’è nulla da fare“, che la “convivenza” con i “delinquenti” è diventata impossibile.

“Guardi, lì ci sono le videocamere, ma sono spente – ci dice un papà – D’estate c’è sempre una pattuglia di polizia, e la situazione si tranquillizza. Ma sembra che a causa dei tagli la prossima stagione non sia possibile”. E se provi ad accennare a qualche istituzione, le distanze paiono farsi siderali: “Comune”, “sindaco”, “carabinieri” “polizia”, “vigili urbani”, per nessuno di questi nomi sembra esserci un’accoglienza empatica. Tanto che, ci dicono, “qui l’unica soluzione è fare come in Sicilia, mandare un presidio dell’esercito”.

Qui sono tutti drogati” ci dicono, mentre alcune signore, in un negozio, raccontano “che qui il pomeriggio e la sera è impossibile, giocano a pallone e vanno in giro con coltelli e manganelli“.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.961 volte, 1 oggi)