RIPATRANSONE – “La Start non ci sta e interviene per fare chiarezza dopo la polemica del sindaco di Ripatransone, Paolo D’Erasmo, relativa alla soppressione delle corse domenicali di collegamento tra il comune in questione e la costa”: inizia così la nota stampa dell’azienda di trasporto pubblico locale, che risponde al primo cittadino ripano (per questo precedente articolo): “E’ necessario sottolineare che la Start è, innanzitutto, esecutrice dei servizi per i quali viene incaricata dalla Provincia di Ascoli nel caso specifico delle corse extraurbane. La decisione finale, dunque, spetta proprio all’ente provinciale che, a sua volta si è visto imporre i tagli alle corse dalla disposizione in materia della Regione Marche”.

“In ogni caso – aggiungono i rappresentanti della Start – i tagli alle corse sono stati definiti e messi a punto dopo una serie di incontri effettuati con la Provincia e con le organizzazioni sindacali, proprio per raccogliere tutte le indicazioni e fornire una proposta di razionalizzazione delle corse basata su quanto emerso dai vari confronti. Nello specifico della corsa domenicale soppressa, va precisato che si tratta innanzitutto di un taglio limitato soltanto al periodo invernale e che, a seguito di un attento monitoraggio, avevamo riscontrato scarsissimi riscontri da parte dell’utenza?”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 278 volte, 1 oggi)