SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Esordio amaro per la Pattinatori Sambenedettesi ai play-off, impatta contro il Montebelluna perdendo 10-5. Partita giocata a Forlì per indisponibilità del comunale di Riccione, campo usato nella regular season.

Sul campo scendono due squadre mosse da interessi completamente diversi, per i ragazzi di Vagnoni c’è la voglia di dare il massimo, per i veneti la voglia è di rovesciare il verdetto del campionato che li ha visti finire secondi dietro la Molinese,e andare a conquistare la massima serie.

Le formazioni:

PATTINATORI SAMBENEDETTESI:Vagnoni(C),Tiburtini(A), Aliprandi(P), Marozzi(P), Bugari, Bellocchi, Di Lazzaro, Fratalocchi, Lattanzi S., Marcelli, Pagani, Vallorani, Verdecchia.

RAIDERS MONTEBELLUNA:Bezzi(C), Frizzi(A), Dal Ben(P), Franchini(P), Casagrande, Campostella, Girardi, Monti Cavalier,Pistellato A., Pistellato G. Salvaneschi, Sartor, Sartori, Varotto, Zanatta.

Arbitrano i fratelli Gufler di Bolzano.

Tornano disponibili a mister Vagnoni,Tiburtini, Marcelli e Marozzi; tra i pali Aliprandi (SBT) e Dal Ben (MON).
Partita che inizia al piccolo trotto per ambo le formazioni, nessuna delle due vuole concedere spazi all’altra ed inoltre con un campo ai limiti del regolamento per dimensioni si cercano di risparmiare le energie. Sblocca la situazione di parità Monti che al 5° infila Aliprandi sul palo lontano al termine di un’azione dei veneti. Sull’onda del gol il Montebelluna prova a tagliare le gambe ai rivieraschi ma la difesa si chiude bene e si cercano di sfruttare gli spazi che il campo lungo concede e proprio durante una di queste , al 9’che Vagnoni con un bolide da fuori infila il momentaneo 1-1.

Il Montebelluna non ci sta e spinge sull’acceleratore, e diventa pericolosissimo durante le sue incursioni in area rossoblu, la difesa perde le marcature e a quel punto i veneti prendono il sopravvento infilando per 3 volte la porta difesa da Aliprandi doppietta di Salvaneschi e un gol per Varotto.

I rivieraschi ci provano ma gli ospiti molto organizzati e precisi negli scambi proteggono bene il loro portiere impegnato con tiri prevedibili, su questo risultato si và negli spogliatoi; la Samb ha molto da recriminare in questo primo tempo, con numerosi interventi fallosi agli occhi dei più, ma non per i due arbitri trentini che lasciano correre, unica penalità fischiata ai danni di Fratalocchi (SBT) e Salvaneschi (MONT) per reciproche spinte.

Si torna in campo e Vagnoni gioca la carta del cambio portiere, Marozzi tra i pali, tempo 10 secondi e deve subito raccogliere il disco dalla rete in un’azione fulminea che mette fuori casa prima i due difensori poi il portiere rivierasco su triangolazione finalizzata da Zanatta.

La Samb non ci stà e reagisce, obbligando la difesa veneta a interventi molto duri, ma gli arbitri decidono che è tutto nel regolamento, anzi, la prima penalità nella ripresa, viene conferita a Vagnoni che, dopo l’ennesimo fallo non fischiato poi si lascia andare e spara a zero sul duo arbitrale che gli infligge 10 minuti di penalità personale. La Samb anche privata del proprio capitano continua ad attaccare e trova, con Marcelli, al 35’il gol che riaccende le speranze dei rossoblu. La formazione ospite non ci stà e spinge trovando spesso la via della porta in superiorità numerica, Marozzi nega fino al 37 quando con due azioni simili si trova costretto a capitolare 7-2 e gol di Monti e Pistellato.

Tiburtini di nuovo in campo dopo 2 giornate saltate per infortunio ancora non in forma si fa carico della squadra e guida la carica infilando Dal Ben per due volte nel giro di due minuti, siamo a 11 dalla fine sul risultato di 7 a 4. Proprio sul più bello la difesa della Samb va in rotta e permette ai veneti di arrivare sotto porta con estrema facilità, partita ormai a senso unico che vede i veneti dilagare, unico sussulto, il primo gol stagionale di Verdecchia. Partita che termina 10-5 per il Monebelluna, gli altri gol degli ospiti di Bezzi(2) e di Girardi.

Partita persa dagli uomini di Vagnoni che hanno subito il gioco dei veneti, molto aggressivo e intraprendente, aggiungo anche permesso da un arbitraggio poco propenso a fischiare nella giornata odierna. Onore ai veneti che hanno prodotto un gran numero di occasioni da gol e tiri nello specchio a impegnare, soprattutto nel secondo tempo, la porta della Samb.

Nell’altra partita dei play-off la favoritissima Molinese si impone sul Torino 7-3 sul campo di casa.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 112 volte, 1 oggi)