SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Proseguono in tutta la città i piccoli interventi di manutenzione e rispristino di asfalti, marciapiedi e arredi urbani ad opera del servizio manutenzione del patrimonio, viabilità e immobili del Comune.

Viene monitorata costantemente la superficie di viale Buozzi che, per la sua natura, è soggetta a dissesti relativi alle singole pietre che costituiscono la pavimentazione. L’ultimo intervento di ripristino è stato eseguito agli inizi dell’anno, dove al momento non ci sono criticità, ma non è escluso che si debba tornare ad intervenire sulla pavimentazione a seguito delle sollecitazioni subite nel corso delle nevicate e delle forti piogge delle scorse settimane.

Finalmente sta per essere data una risposta a diverse richieste provenienti dalla zona di Porto d’Ascoli relative all’assenza di punti pubblici di rifornimento idrico. E’ infatti stata ripristinata la fontanella di via dei Mille, molto utilizzata dai cittadini del quartiere e dai turisti durante il periodo estivo, che fu rubata alcuni mesi fa. Avviato anche l’intervento di ripristino della fontanella posta all’incrocio tra via Fratelli Cervi e via San Giacomo che serve un’ampia zona anche essa ad alta vocazione turistica.

Negli ultimi giorni poi gli operai comunali sono stati impegnati a sistemare ampie porzioni danneggiate di marciapiedi (cordoli e pavimentazione) di via Sabotino, del lato ovest di via Toscana nel tratto compreso tra via Formentini e via Puglia e del lato ovest di viale De Gaspari dove si erano verificati alcuni cedimenti della superficie.

Ovviamente le esigenze sono tantissime e l’amministrazione cerca di utilizzare al meglio le risorse umane e finanziarie disponibili che, come noto, non sono tante. Per questo si rivolge un invito ai cittadini a segnalare all’ufficio relazioni con il pubblico tramite e mail (urp@comunesbt.it), telefono (0735794555 – 405) o web (accedendo alla voce “segnalazioni” dalla home page del sito www.comunesbt.it) le problematiche riscontrate. Sarà poi compito del servizio manutenzione organizzare il proprio lavoro sulla base dell’urgenza dell’intervento richiesto e delle difficoltà tecniche della sua realizzazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 106 volte, 1 oggi)