Ingredienti per 4 persone:

400 g di paccheri

270 g di code di gambero

200 g di pomodorini

Una manciata di pinoli

Un mazzetto di rucola

1 cipolla

Olio extravergine d’oliva, sale, un pizzico di zucchero

½ bicchiere di vino bianco secco

Sgusciate le code di gambero. Mondate i pomodorini, tagliateli in due parti e strizzateli leggermente con le mani per fare in modo che perdano i semi e l’acqua di vegetazione in eccesso.

Tritate la cipolla e fatela dorare in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva. Sfumate con un cucchiaio di vino bianco, alzate la fiamma e versatevi i pomodorini. Fate cuocere per 3 minuti aggiungendo un po’di vino se il fondo si asciuga troppo. Regolate di sale e unite un pizzico di zucchero per correggere l’acidità del pomodoro.

Aggiungete le code di gambero e fatele rosolare da entrambi i lati. Salate. Abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 10 minuti.

In una padellina antiaderente tostate i pinoli per pochi secondi senza aggiungere altri condimenti. Incorporate i pinoli al sugo e spegnete il fuoco. Lavate la rucola e tagliatela a pezzetti.

Lessate i paccheri in acqua salata, scolateli al dente e fateli saltare in padella per qualche minuto aggiungendo un giro d’olio a crudo ed infine la rucola fatta a pezzetti.

L’abbinamento

Un Verdicchio Classico dei Castelli di Jesi è l’accostamento perfetto per questo piatto che combina i sapori dolci (gamberetti, pinoli) a quelli sapidi (pomodorini, rucola).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 189 volte, 1 oggi)