MONTEPRANDONE – Riceviamo e pubblichiamo da Marino Lattanzi, consigliere comunale di Sel a Monteprandone ed ex assessore all’Urbanistica. La prossima settimana RivieraOggi.it tenterà di organizzare un incontro tra diversi rappresentanti politici per una diretta web di YouRiviera.

Voglio esprimere la mia più sincera e profonda gratitudine verso tutti coloro i quali hanno voluto dimostrarmi, con una appassionata e sincera raccolta firme, il loro sostegno e la loro solidarietà umana prima che politica.

Sono stato informato del fatto che le firme raccolte sono tantissime, e che vi è la forte convinzione in tutti voi che, con il ritiro delle deleghe da assessore, si sia voluto perpetrare un torto ed una ingiustizia, sia a me personalmente, come Consigliere Comunale anziano, che ai tanti cittadini che vedono il sottoscritto come un punto di riferimento in seno alla amministrazione del nostro Comune.

Vi ringrazio moltissimo e vi ringrazierò sempre di così tanta dimostrazione di affetto e voglio per questo rassicurarvi che, fino a quando mi si permetterà di operare in favore della nostra comunità, io sarò sempre a disposizione di tutti e soprattutto di tutti coloro i quali vorranno avere una voce sincera e trasparente all’interno dell’amministrazione Monteprandonese.

Vi chiedo però, in ragione del legame di affetto e solidarietà che ci accomuna, di interrompere la vostra raccolta firme e di non rendere pubbliche le stesse.

Sono convinto purtroppo che, nonostante i vostri buoni e meritori propositi, una così partecipata e sincera azione di trasparenza potrebbe essere da qualcuno strumentalizzata.

Sono a conoscenza, infatti, che alcuni firmatari, pur confermando la solidarietà al sottoscritto, hanno chiesto di non rendere pubblici i loro nominativi per paura di ritorsioni.

Non sopporterei che qualcuno di voi, possa essere minimamente toccato da una qualche forma di rivalsa. Non vorrei che qualcuno, neanche uno di voi, sia minimamente intimidito a causa mia.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.143 volte, 1 oggi)