TERAMO – Arriva la “Tirreno-Adriatico” in provincia di Teramo, con 196 chilometri di tragitto percorsi da Martinsicuro a Prati di Tivo.

La tappa numero cinque è la “tappa di montagna” della prestigiosa corsa ciclistica nota anche come “Corsa dei due mari”, una tappa in salita (con punte fino al 12%), per uomini di fondo oltre che per scalatori.

Si parte l’11 marzo, alle ore 10 da Martinsicuro, proseguendo sulla costa fino a Pineto, per salire ad Atri e da qui verso Teramo, la salita di Piano Roseto fino a Prati di Tivo, punto d’arrivo. La strada provinciale 43 per Prati di Tivo sarà chiusa al traffico dalle ore 10.

Dal punto di vista turistico, un’occasione imperdibile di promozione del territorio e visibilità per le aree interne, fortemente voluta e sponsorizzata dalla Provincia. A presentare l’iniziativa oggi in via Milli sono intervenuti il vicepresidente, Renato Rasicci, gli assessori provinciali Giuseppe Antonio Di Michele (sport), Ezio Vannucci (turismo), Elicio Romandini (viabilità), i consiglieri Massimo Vagnoni, anche in rappresentanza del Comune di Martinsicuro, e Luca Corona, che ha collaborato all’organizzazione dell’evento, e il sindaco di Pietracamela, Antonio Di Giustino.

“Abbiamo fortemente voluto questa iniziativa – spiega l’assessore allo sport, Di Michele – in quanto assume una valenza strategica per la promozione del nostro territorio e segnatamente per le aree interne. Siamo certi che l’evento, al di là dell’importanza sportiva, avrà ricadute molto positive sul turismo locale, che assurge così a una vetrina di livello europeo e mondiale”.

“Puntiamo molto – interviene l’assessore al turismo, Vannucci – sull’indotto generato dai grandi eventi sportivi, che hanno la capacità di massimizzare il rapporto costi-benefici nelle strategie di promozione del territorio. La Tirreno-Adriatico, con tutte le attività di preparazione ai giri, porterà a un ritorno importante e immediato, soprattutto nella fase di salita, la cosiddetta slow-motion, che ha una portata promozionale molto forte e questo è in linea con l’azione di costante attenzione e valorizzazione delle aree interne che stiamo portando avanti, sia con il programma di escursioni estive che con altre importanti iniziative, come i Pit per il turismo delle aree montane”.

L’assessore Di Michele fa presente che per il finanziamento delle due tappe ciclistiche (la Tirreno-Adriatico e quella del Giro d’Italia)  l’Ente si è mantenuto entro il tetto dei 100mila euro, più i contributi degli enti locali.

“Particolare accorgimento – spiega il vicepresidente Rasicci – quello della chiusura della sp per Prati di Tivo a partire dalle ore 10, in modo da consentire agli sciatori di poter fruire nelle ore precedenti degli impianti con in più la possibilità di assistere all’arrivo della tappa”.

Il sindaco di Pietracamela ha ringraziato l’amministrazione provinciale per l’occasione di visibilità offerta al territorio montano e per il lavoro sulla viabilità, duramente messa alla prova dalle ultime nevicate. “Un lavoro non semplice – commenta l’assessore alla viabilità, Romandini –, visto che le ultime nevicate nella zona risalgono a pochi giorni fa e sulle strade c’è ancora il problema del ghiaccio. Stiamo provvedendo a interventi di pulizia del fondo stradale, con graniglia e asfalti freddi, per la messa in sicurezza del percorso, sia nella fase di salita che di discesa. Lavori che sarebbero comunque stati necessari”.

Un ringraziamento alla Provincia a nome del Comune di Martinsicuro espresso anche dal consigliere Vagnoni: “ospitare un evento così importante è sicuramente strategico per inaugurare l’inizio della stagione turistica. Per questo l’amministrazione è già al lavoro per valorizzare al meglio questa occasione in stretta collaborazione con gli operatori turistici e i rappresentanti delle tante associazioni amatoriali di ciclismo presenti a Martinsicuro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.019 volte, 1 oggi)