Cuprense: Addazi, Calabrini, Silvestri, Corradetti, De Cesaris, Aloisi, Silipo (83′ La Grassa), Holzknecht, Mattioli (87′ De Signoribus), Lunerti (71′ Carboni), Catini
A disp. Montenovo, Caminonni, Ciarrocchi, Fanesi
All. Clerici

Vis Macerata: Morello, Mancini L, Ardito, Marcolini (61′ Rapacci), Bellini, Tacconi, Baiocco (70′ Luciani), Mancini M (Beshiri), Gentili, Domizi, Arquino
A disp. Brandi, Lucentini, Gagliardini, Scoccia
All. Lattanti

Marcatori: 2’ Holzknecht; 9’ Catini

Dopo la difficile vittoria con l’Aurora Treia la Cuprense passeggia sulla Vis Macerata che, nonostante i 13 punti in più in classifica, è affondata davanti alla grande partita dei ragazzi di Clerici.

Dopo solo 100 secondi la Cuprense è già in vantaggio con Holzknecht, che mette in rete un grande assist di Silipo (grande spunto di Lucerti dal fondo).

Pochi minuti dopo la Cuprense torna in gol, stavolta con Catini che, sulla punizione di Aloisi, elude Morello in uscita e insacca il due a zero a porta sguarnita. Siamo al 9’ minuto e la Cuprense è già sul due a zero.

Al 15’ la Cuprense ha un’altra, grande, opportunità per andare in gol con Mattioli che, sul lancio di Silipo, strappa la palla dai piedi di Ballini e tenta un gran tiro a giro che sfiora il palo e va sul fondo.

La Vis Macerata prova a reagire affidandosi all’estro di Equino e Baiocco, ma i gialloblù sono bravissimi a chiudere gli spazi per poi ripartire in avanti con Mattioli, capace, da solo, di mettere in apprensione gli esperti Ballini e Ardito.

La partita s’innervosisce (soprattutto da parte maceratese) e, tra il 25’ e la fine del primo tempo, Holzknecht e Mattioli sono spesso vittima del “gioco” duro avversario.

Nel secondo tempo la partita vede una maggior pressione da parte della Vis Macerata che, nella prima mezzora, ha due buone occasioni con Equino (direttamente da calcio d’angolo) e Baiocco (anticipato da Calabrini). Nonostante ciò la partita sembra in mano ai gialloblu, più vicini al tre a zero (con le occasioni in contropiede sciupate da Mattioli e Holzknecht) che al due a uno.

Esaurita la spinta offensiva della Vis Macerata la Cuprense si limita ad amministrare e ripartire e, a parte un debole colpo di testa di Lucani al 78’, Addazi non è mai impegnato.

A tempo scaduto De Signoribus, appena entrato, ha una grande occasione per insaccare il tre a zero ma, dopo aver saltato il portiere, si allarga troppo colpendo poi l’esterno della rete.

Dopo le difficoltà delle ultime partite, la Cuprense ritrova gioco e uomini agguantando tre punti che, ai fini della classifica, potrebbero dire tanto. Una vittoria che, commisurata all’avversario (non bisogna dimenticare che la Vis è in zona play-off) e al gioco espresso, vale ancora di più in virtù della prestazione degli under (Holzknecht e Silvestri su tutti), giocatori che, a differenza di molte altre realtà nel campionato promozione, sono un valore aggiunto anziché un handicap.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 304 volte, 1 oggi)