SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Sette sportelli di cui al massimo quattro funzionanti” ce lo dice un signore che frequenta da otto mesi il Centro per l’Impiego di Porto D’Ascoli in via Mare.

“Il lunedì mattina- continua l’uomo- per l’articolo 16 già dalle 8:30 del mattino si forma una fila interminabile, nonostante il Centro apra alle 9. Addirittura in quel giorno non funziona nemmeno il display e ci vengono dati dei numeri scritti a penna”.

(Articolo 16: Avviamento a selezione presso la Pubblica Amministrazione ai sensi dell’articolo 16 legge numero 56 del 1987. Dà la possibilità di essere assunti da Enti Pubblici per posizioni lavorative che richiedono il solo requisito della scuola dell’obbligo, categoria B, senza dover sostenere concorsi pubblici. Il giorno del lunedì nel Centro per l’Impiego di Porto D’Ascoli è dedicato alla formazione della graduatoria. Ricordiamo che bisogna essere muniti dell’attestazione ISEE più recente e in corso di validità, ndr)

Il 29 febbraio, mercoledì, troviamo la fila, circa venticinque persone, molte di queste hanno preso il biglietto e sono tornate dopo parecchie ore. Altre non tornano per niente: il display, che di mercoledì evidentemente funziona, chiamava dei numeri ai quali non corrispondeva nessuno. Presenti nel centro, un impiegato alla reception per rispondere alle domande generiche e tre agli sportelli.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 571 volte, 1 oggi)