GROTTAMMARE – “Andare in guerra non è il nostro obiettivo perché l’abbiamo fatta una guerra e sappiamo cosa significa, perciò stiamo lavorando affinché le nostre genti comprendano il valore della pace e della democrazia. La situazione è grave e ogni giorno nei territori occupati le nostre comunità sono in balìa delle milizie marocchine. Nonostante ciò, crediamo di percorrere la strada giusta e speriamo in un finale felice. Il vostro sostegno ci aiuta a non perdere la speranza”: Queste sono le importanti dichiarazioni del governatore della tendopoli della provincia di Dakhla, Salem Lebsir, fatte lo scorso 28 settembre, nei confronti del Comune di Grottammare durante un incontro di “solidarietà e amicizia”.

Parliamo di un popolo che dal 1975 attende il riconoscimento della propria “identità”.

La Consulta per la Fratellanza tra i Popoli di Grottammare, organizza anche quest’anno una cena di solidarietà con il popolo Saharawi. L’importante iniziativa è prevista per sabato 17 marzo, con inizio alle ore 20:30, presso il ristorante del Residence Le Terrazze. Aderirà alla serata il cabarettista Giorgio Montanini, vincitore del Festival nazionale dell’umorismo “Cabaret, amoremio!” 2010.

I fondi raccolti saranno utilizzati per finanziare il viaggio in Italia a un gruppo di quindici bambini Saharawi, attesi a Grottammare per i primi di luglio, in modo che possano essere sottoposti ad accurate visite mediche specializzate. Tale sostegno riguarda un programma di accoglienza per dare cure sanitarie ai bambini disabili e si realizza attraverso la collaborazione con l’associazione Rio de Oro che opera concretamente sul posto da parecchi anni.

Grazie alla solidarietà di tantissime persone, finora è stato possibile accogliere ed assistere circa 200 bambini. Il costo della serata è di 25 euro (15 cena + 10 contributo) per i bambini da 5 a 12 anni il costo è di 12 euro.
Per info e prenotazioni: 0735-739247 (ore ufficio) – 349-8087267

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)