SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Promuovere la conoscenza dei contenuti della riforma della politica comune europea della pesca, guardare a nuovi orizzonti e pensare strategie innovative per lo sviluppo sostenibile della pesca in Adriatico: questo lo scopo dell’incontro promosso dall’assessorato alle politiche del mare dal titolo “Nuovi orizzonti per lo sviluppo sostenibile della pesca in Adriatico: la riforma della Politica Comune Europea della Pesca” che si terrà sabato 3 marzo, alle ore 9:30, presso l’auditorium comunale “ di viale De Gasperi.

Amministratori regionali e comunali insieme ad esperti dell’Università di Camerino e del Ministero delle Politiche Agricole, alimentarie e forestali dibatteranno insieme a Guido Milana, parlamentare europeo e vicepresidente della commissione pesca, della mettendo fine al sovrasfruttamento e fissando possibilità di pesca basate su pareri scientifici, oltre a garantire a lungo termine un approvvigionamento alimentare stabile, sicuro e sano.

Dopo il saluto del sindaco Giovanni Gaspari e del comandante della capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto Michele Castaldo, il programma prevede gli interventi di Alberto Felici, coordinatore del Master di I livello in “Gestione della Fascia Costiera e delle Risorse Acquatiche” dell’Università di Camerino, Luciano Agostini, deputato e componente della commissione agricoltura e pesca e responsabile pesca del partito democratico, Sara Giannini, assessore regionale alla pesca marittima e nelle acque interne, Paolo Perazzoli consigliere regionale, Francesco Saverio Abate, direttore generale del dipartimento “Pesca marittima e dell’acquacoltura” presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e, come detto, membro del Parlamento Europeo.

L’incontro, aperto a tutti gli operatori del settore, sarà coordinato dall’assessore alle Politiche del Mare Fabio Urbinati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 184 volte, 1 oggi)