SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa di Sandro Rocchetti, presidente della Riserva Naturale Regionale della Sentina.

In merito alle polemiche apparse sulla stampa suscitate dalla notizia che nella seduta del “Comitato d’indirizzo” della Riserva Naturale Regionale Sentina, prevista per domani martedì 28 febbraio si provvederà ad approvare l’ipotesi di assegnazione di un’area dove eventualmente prevedere, se necessario, all’ampliamento del depuratore di via Brodolini ricadente nel perimetro della Riserva Naturale, mi preme precisare che l’ipotesi è stata elaborata dalla precedente presidenza, che si è avvalsa anche di consulenze scientifiche dell’Università di Camerino, e, solo condivisa dalla attuale.

Tale ipotesi di ampliamento è finalizzata in maniera inequivocabile alla migliore gestione del processo di depurazione delle acque reflue al fine di migliorare le condizioni biologiche generali dell’ambiente da tutelare. Questa mattina ho avuto anche occasione di parlare con il presidente del Ciip Pino Alati che mi ha rassicurato in merito al fatto che in questa area non è previsto alcun progetto alternativo alla depurazione delle acque.

Mi preme sottolineare che tutto ciò di cui discuteremo nella seduta di domani del Comitato di indirizzo è un atto che sbloccherà la Valutazione Ambientale Strategica (VAS), propedeutica all’adozione definitiva del Piano di Gestione della Riserva, che è ormai atteso da troppi anni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 414 volte, 1 oggi)