SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Negozi sempre aperti, l’ora è giunta. In virtù della legge 214 del dicembre 2011, ribattezzata “Salva Italia”, il Comune di San Benedetto adotta il provvedimento sulla liberalizzazione degli orari e dei giorni di chiusura degli esercizi commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande.

Niente più obblighi dunque sul rispetto degli orari di apertura e di chiusura, sulle chiusure domenicali e festive e sulle mezza giornate di chiusura infrasettimanale.

Gli esercenti a questo punto sono solo tenuti a informare gli utenti sull’orario di apertura e chiusura dell’chiusura dell’esercizio e l’eventuale giorno di riposo settimanale.

Si legge nell’atto che “le disposizioni previste nell’ordinanza si applicando anche agli imprenditori agricoli, singoli o associazioni, i quali esercitano attività di vendita di prodotti agricoli in sede fissa; alle attività artigianali operanti nel settore alimentare quali rosticcerie, friggitorie, pizzerie da asporto, pasticcerie e agli esercizi che effettuano in modo prevalente od esclusivo la vendita di dolciumi e gelati; alle attività di acconciatore, di estetista e di centri abbronzatura-solarium”.

Restano comunque in vigore le disposizioni in materia di bevande alcoliche (ne è vietata la vendita in contenitori di vetro dalle 22 alle 6, divieto che diventa assoluto dopo mezzanotte mentre dalle 1 alle 7 è vietato il consumo di bevande alcoliche in aree pubbliche non autorizzate) e in materia di rispetto dei limiti di emissioni acustiche.

Il testo integrale dell’ordinanza è consultabile sul sito www.comunesbt.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 567 volte, 1 oggi)