SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ecco le dichiarazioni di Pignotti, Palladini, Montani, Mengo e Carteri.

PIGNOTTI:  “Trovo ingeneroso sostenere che questo risultato possa essere considerato deludente soprattutto tenute in considerazione le ultime prestazioni della squadra che da 17 giornate porta a casa risultati soddisfacenti. Oggi abbiamo giocato in un clima surreale.

La multa l’abbiamo meritata ma la pena doveva terminare lì. Non ritengo giusta l’esclusione dei nostri tifosi che anche oggi, nonostante la pioggia, hanno saputo sostenerci fuori dallo stadio. Hanno anche fatto una raccolta fondi da destinare all’Asmo.

Un gesto importante che credo possa abbassare i toni nel momento in cui vengono aggrediti. Non è un alibi ma la mancanza della nostra curva credo abbia influito sul pareggio di oggi. Vengono punite ingiustamente città importanti che hanno squadra altrettanto valide come ad esempio noi, l’Ancona e il Teramo.

E’ giusto che le norme vengano applicate ma ritengo ci voglia buon senso. Noi in serie D non percepiamo un centesimo, la Lega si. Qui, e mi assumo ogni responsabilità, Livio Marinelli ha emesso un referto falso. Domenica scorsa è stato rivelato che in campo sono state gettate 4 bombe carta e invece no, soltanto una. Siamo stati tacciati come la peggiore tifoseria ma non ce la faranno.

Questa squadra arriverà fino alla fine. Per quanto riguarda la partita di oggi posso dire che l’occasione da gol l’abbiamo creata, non è un risultato così preoccupante e non dobbiamo dimenticare che mancano ancora 11 partite”

PALLADINI: “Rispetto alle altre partite abbiamo sicuramente fatto meno bene. I primi 15 minuti abbiamo messo in difficoltà l’avversario ma nella ripresa ci siamo dimostrati molto bilanciati  e lunghi. Donzelli e Pazzi hanno creato 2 occasioni da gol che purtroppo non ci hanno permesso il vantaggio.

Non vorrei che il pensare troppo al Teramo ci porti ansia e frenesia. E’ importante giocare con serenità e questo oggi non è avvenuto. Mi dispiace, perchè potevamo raccogliere una vittoria importante. Sapevamo che la Renato Curi ci avrebbe chiuso gli spazi e questo è avvenuto.  Secondo me abbiamo messo ai ragazzi una pressione ingiusta. Le partite vanno vinte una alla volta e pensare alla capolista, in questo momento, può solo farci male. Per la partita contro l’Isernia, Pazzi e Di Vicino torneranno sicuramente in forma”.

MONTANI: “Una bella soddisfazione. Domenica scorsa abbiamo pareggiato contro la Civitanovese e oggi contro la seconda in classifica. A parer mio l’Angolana si è sempre comportata bene, è una squadra giovane che continuerà comunque a lottare”

MENGO: “Noi volevamo fare il risultato pieno. Dobbiamo complimentarci con questa squadra che oggi ci ha comunque messo in difficoltà. Abbiamo fatto un errore soprattutto mentale ed infatti abbiamo giocato in un’atmosfera di  totale nervosismo. Pazienza per la palla gol che dovevamo sfruttare. Ora dobbiamo capire che le squadre che incontreremo nei prossimi incontri faranno di tutto per guadagnare un punto”

CARTERI: “Siamo sempre stati obiettivi e siamo consapevoli del fatto che non abbiamo condotto la nostra miglior partita. Tuttavia mi sento positivo. Inutile guardare gli altri risultati. Oggi c’è stata molta frenesia e poca lucidità. Domenica scorsa abbiamo fatto una partita dispendiosa dal punto di vista mentale e oggi ne abbiamo risentito”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 624 volte, 1 oggi)