SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domande? No. Solo comunicati. Riviera Oggi insieme ad altri colleghi sambenedettesi non è ammessa a porre domande al primo cittadino a seguito dell’ennesimo allagamento eccezziunale veramente. Evento eccezziunale, prassi quasi standard. Vorremmo il sindaco alle nostre dirette, ma non viene (neppure risponde). Vorremmo informazioni sull’ultima campagna elettorale (a lui come per gli altri) e non ce le dà (per ora).

Ma stavolta, insomma, è cronaca spiccia, quotidiana. E se il sindaco divide il mondo in buoni (gli abitanti di via Volta i quali, inzalloccati da pioggia e fango, ringraziano Gaspari per il suo lavoro, e ce ne congratuliamo) e cattivi (il web, i commentatori), altra divisione che si verifica de visu è quella tra alcune televisioni (compiacenti?) e il resto del mondo. Le prime possono intervistare Gaspari, mentre il resto del mondo, tra cui Riviera Oggi e la nostra Web Tv, no, deve attenersi alle veline. Per quanto ci riguarda, non ci preoccupiamo. Come strategia di comunicazione, è proprio bucherellata: parlare a chi ha un microfono in mano ma non deve avere domande nella testa, non aiuta alla comprensione né al giornalismo. Né agevola lo stesso sindaco a mostrarsi fiero di fronte all’evento eccezziunale, davanti a questi mostri di giornalisti.

Uffa, ho scritto pure troppo. Di seguito il comunicato integrale.

 

Gaspari: “Importante lavoro di squadra di Protezione civile, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale e cittadini”

Dopo il nubifragio che si è abbattuto nella notte tra lunedì 20 e martedì 21 febbraio sulla città, San Benedetto sta tornando alla normalità.

Già nel tardo pomeriggio di ieri tutti i sottopassi ferroviari sono stati liberati grazie al fondamentale lavoro dei Vigili del Fuoco e dei volontari della Protezione civile, sia comunale sia di gruppi provenienti da Porto San Giorgio, Montegiorgio, Fermo, Ascoli Piceno, Castelfidardo, Appignano del Tronto.

Risolte anche le criticità della zona di via Volta, una delle aree dove si sono ravvisati i maggiori disagi. Ciò ha permesso la riapertura, questa mattina, di tutte le attività commerciali che si affacciano sulla via e su quelle limitrofe.

Attualmente la Protezione civile comunale, insieme alla Picenambiente, si sta adoperando per risolvere un importante allagamento nel fondaco di un condominio adiacente all’area dell’ex tirassegno di via Volta: in questo caso le difficoltà sono acuite dalla vicinanza con aree più basse della sede stradale che, ancora sommerse, non riescono a ricevere le acque estratte.

Stanno inoltre proseguendo i lavori di pulizia delle strade da parte degli operai della Picenambiente che, per tutto il pomeriggio di ieri, sono intervenuti su strade e piazze cittadine liberandole da detriti, fango e melma.

Per quanto riguarda via dei Bastioni, subito chiusa alla circolazione, questa mattina è stata notificata al proprietario del muro crollato l’ordinanza sindacale, firmata ieri, con cui gli si ingiunge di mettere in sicurezza le parti pericolanti, la rimozione e lo smaltimento del materiale inerte caduto sulla strada e ad “avviare l’esecuzione delle opere necessarie ed atte a ripristinare le condizioni di sicurezza del sito”.

“Il grosso lavoro di squadra – dichiara il sindaco Gaspari – tra Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, Amministrazione e cittadini ha permesso a tutta la città di superare la situazione di crisi. Doveroso è il ringraziamento al direttore del dipartimento “Sicurezza e Protezione civile regionale” Roberto Oreficini e a tutti i volontari della Protezione civile che si sono attivati per dare ancora una volta una bella prova delle proprie capacità di organizzare gli aiuti e le misure di tutela della cittadinanza. Come anche ai Vigili del Fuoco, all’Enel, alla Ciip, ai tecnici comunali, alla Polizia Municipale, agli operai della Picenambiente e della Multiservizi, ma soprattutto ai tanti cittadini che per tutto il giorno hanno lavorato alacremente per risolvere nel minore tempo possibile i danni provocati dal maltempo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.520 volte, 1 oggi)