TERAMO – La 23a Giornata (6a di Ritorno) del Campionato di Serie D Girone F è incompleta in quanto sono state rinviate 4 partite (quelle di Atessa, Trivento, Canistro e Pesaro) che verranno recuperate due il 29 febbraio ed altrettante il 7 marzo. Nelle 5 partite disputate sono scaturiti 3 successi (di cui solo uno esterno) e 2 pareggi (di cui uno a reti bianche); 10 le reti messe a segno finora in questo 23° turno.

L’atteso big match di giornata giocato al Nuovo Comunale Pino D’Accio tra la capolista Teramo (al 4° risultato utile consecutivo, rimane imbattuta in casa dove veniva da 6 successi consecutivi) e la Samb(al 16° risultato utile consecutivo) seconda in classifica è finito in parità (1-1). Il divario numerico tra le due compagini resta di 4 punti. La squadra di Palladini ha interrotto la serie di vittorie consecutive (che si è fermata a 10 come con Mei nel 2001) ma si può comunque ritenere soddisfatta per l’ottimo punto portato a casa grazie al pareggio di Di Vicino (al 5° centro stagionale) su rigore a 15′ dalla fine dopo il vantaggio dei locali ad inizio ripresa con Bucchi (al 13°centro stagionale). Questo pareggio da infatti ai rossoblu la convinzione definitiva di poter lottare fino alla fine per il primato. Dietro alle prime due recupera terreno l’Ancona 1905 (al 2° successo consecutivo, dopo quello sempre interno ed in rimonta con la Santegidiese) del neo tecnico Trillini (che ha rilevato il dimissionario Osio) che battendo (come da pronostico) in rimonta il fanalino di coda Real Rimini (al 6° ko consecutivo, l’8° nelle ultime 9 partite, il 5° di fila in trasferta) si è portata a -5 dalla capolista e a -1 dai rossoblu.
Continua a steccare invece la Civitanovese che dopo il ko di Isernia perde ancora terreno impattando a reti bianche tra le mura amiche con la Renato Curi Angolana (che veniva da 6 sconfitte consecutive e non segna da altrettante partite) .
Continua invece a solidificare le basi del 5° posto l’Isernia (al 3° successo consecutivo , il 5° nelle ultime 6 gare, il 3° di fila in casa) prossimo avversario della già citata Samb, che ha calato il tris tra le mura amiche al cospetto della Santegidiese (al 4° ko consecutivo, il 5° nelle ultime 6 gare, il 7° di fila in trasferta). .
C’è però da dire che gli abruzzesi hanno subito le 3 reti molisane tutte nella ripresa, quando erano in inferiorità numerica per l’espulsione (sul finire del 1° tempo) di La Vista.
Da segnalare infine il grande momento della Jesina (al 6° risultato utile consecutivo) che da quando ha in panchina Amaolo (che ha rilevato alla 14a Giornata l’esonerato Fenucci) che sta dimostrando di essere un grande tecnico aggiustatore specialista in salvezze, ha cambiato marcia e registro risalendo la classifica fino all’attuale 7° posto (in coabitazione col San Nicolò che però ha una gara da recuperare). I leoncelli espugnando il campo del Riccione (al 2° ko interno consecutivo dopo quello con la Samb) hanno centrato il 5° successo consecutivo (il 3° di fila in trasferta)

Già mercoledì si torna in campo per recuperare la 22a Giornata (che fu rinviata per neve). Turno almeno sulla carta favorevole alla capolista Teramo che sarà impegnata sul campo del fanalino di coda Real Rimini e potrebbe allungare o comunque mettere pressione sulle inseguitrici.

Risultati e marcatori della 23a Giornata (6a di Ritorno) di domenica 19 febbraio:
Ancona 1905-Real Rimini 3-1 (25′Zandoli [R.R.], 36′ su rigore e 44′ Genchi , 59′ Ambrosini); Atessa Val di Sangro -Recanatese (rinviata a mercoledì 7 marzo); Atletico Trivento -Miglianico (rinviata a mercoledì 29 febbraio); Civitanovese -Renato Curi Angolana 0-0; Isernia-Santegidiese 3-0 (46’ Covelli, 77’Panico, 94’ Vano) ; Luco Canistro -Olympia Agnonese (rinviata a mercoledì 7 marzo); Riccione-Jesina 0-1 (6′ Negro); Teramo-Samb 1-1 (50′ Bucchi [T], 75′ Di Vicino [S] su rigore) ; Vis Pesaro -San Nicolò (rinviata a mercoledì 29 febbraio) .
Classifica: Teramo 52, Samb 48, Ancona 1905 47, Civitanovese 44, Isernia 39, Atletico Trivento * 32 , Jesina e San Nicolò *31, Recanatese * e Vis Pesaro * 28, Olympia Agnonese * 26, Atessa Val di Sangro * e Riccione 25, Santegidiese 21, Luco Canistro * 19, Renato Curi Angolana 18, Miglianico * 16, Real Rimini 4.

*= una gara in meno e da recuperare

Prossimo Turno, recupero della 22a Giornata (5a di Ritorno) di mercoledì 22 febbraio (si doveva giocare domenica 12 febbraio) 2012 ore 14:30:
Jesina-Ancona 1905 (all’andata 0-1); Miglianico-Riccione (1-2); Olympia Agnonese-Vis Pesaro (2-3); Real Rimini-Teramo [a Bellaria]-(all’andata 0-7); Recanatese-Luco Canistro (2-1); Renato Curi Angolana-Atessa Val di Sangro (0-1) ; Samb-Isernia (0-2); San Nicolò-Atletico Trivento (3-2); Santegidiese-Civitanovese (1-3).
La gara d’andata giocata ad Isernia è finita 2-0 (15′ Covelli, 68′ Pettrone) per i padroni di casa e quella è finora l’unica sconfitta esterna della Samb e l’unica partita in cui i rossoblu non sono andati a segno.

CLASSIFICA CANNONIERI: In testa alla classifica marcatori c’è l’argentino Gerardo Masini del Teramo con 16 gol (nessun rigore trasformato). Seguono Bucchi del Teramo e Stefanelli del Riccione con 13 reti a testa. Completano l’attuale podio Ambrosini dell’Ancona 1905 e Keita dell’Olympia Agnonese con 12 gol ciascuno . Seguono l’argentino Arcamone del Teramo e Bellucci della Vis Pesaro con 11 centri a testa. Poi troviamo Traini della Civitanovese e Galli (7 con la maglia della Santegidiese e 3 con quella del San Nicolò) con 10 reti ciascuno. Dietro di loro vi sono Aquaro dell’Atletico Trivento, Genchi dell’Ancona 1905, Napolano e Pazzi della Samb con 9 centri a testa. Alle loro spalle vi sono Covelli e Panico dell’Isernia e D’Ambrosio dell’Olympia Agnonese con 8 reti ciascuno .
Dietro di loro troviamo Buonocore del Riccione con 7 gol . Poi troviamo Lalli del San Nicolò, Parmigiani della Renato Curi Angolana, Mattia Santoni dell’Ancona 1905, Spinaci della Civitanovese e Zonghetti della Vis Pesaro con 6 reti ciascuno.
Alle loro spalle ci sono Allegretti della Santegidiese, Arce e Di Paolantonio del San Nicolò, Buonaventura della Civitanovese, D’Angelo dell’Atessa Val di Sangro, De Stefano dell’Atletico Trivento, Di Vicino della Samb, Tommaso Gabrielloni della Jesina, Isotti della Renato Curi Angolana e Marchetti della Recanatese con 5 centri a testa. Poi troviamo Bisegna, Di Vito, Minadeo e Palumbo dell’Atletico Trivento, Chicco della Recanatese, Costantino del San Nicolò, Di Matteo del Luco Canistro, La Vista, Patti e Rizzi della Santegidiese, Lazzarini del Miglianico, Patrizi della Recanatese, Petrella del Teramo, Torelli della Vis Pesaro, Voinea della Samb e Guglielmi (2 reti con la maglia dell’Ancona 1905 e 2 con quella dell’Atletico Trivento) con 4 reti ciascuno . Seguono Berardi e Pedalino del Luco Canistro, Bolzan e Stefano Mandorino della Civitanovese, Borrelli del Teramo, Nicola Cardinali e Sebastianelli della Jesina, Di Camillo, D’Ippolito della Santegidiese, Giansante e Maimone dell’Atessa Val di Sangro, Manzillo e Pettrone dell’Isernia, Monti dell’Atletico Trivento, Partipilo e Scampamorte dell’Olympia Agnonese , Puglia della Samb, Quintiliani e Valbonesi del Miglianico, Tantuccio del Riccione, Vicini della Vis Pesaro e Berra (2 col Teramo ed 1 con la Renato Curi Angolana) con 3 gol a testa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.047 volte, 1 oggi)