SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa del Comune di San Benedetto in merito alla Borsa internazionale del Turismo di Milano.

L’estasi della Riviera delle Palme con i suoi luoghi, suoni ed eventi è stata svelata, questa mattina, sabato 18 febbraio, ai visitatori della Borsa Internazionale del turismo (Bit) che si sono soffermati a lungo nello stand della Regione Marche per conoscere la ricca offerta turistica dei Comuni di San Benedetto del Tronto, Grottammare, Offida, Ripatransone, Monteprandone, Acquaviva Picena, Accumoli e Montedinove uniti sotto l’egida del Consorzio turistico “Riviera delle Palme”.

Già dalle prime ore del mattino lo stand delle Marche è stato preso d’assalto dal pubblico, ma anche dai tour operators che non hanno mancato di apprezzare i cataloghi realizzati dal Consorzio turistico e dell’Associazione Albergatori. Sono letteralmente andati a ruba anche i materiali promozionali del Comune di San Benedetto: cataloghi di Scultura Viva, dvd del Museo della Civiltà Marinara, piantine dei giardini tematici del lungomare, una shopping bag richiudibile a forma di rosa con il claim “I love San Benedetto”.

Il momento clou si è registrato durante l’ora dedicata alla presentazione del territorio della Riviera delle Palme e delle sue eccellenze quando, attraverso la proiezione di un video sui luoghi e gli appuntamenti di calibro del territorio, gli amministratori (i sindaci di San Benedetto Giovanni Gaspari, di Ripatransone Paolo D’Erasmo e di Montedinove Antonio Del Duca, l’assessore alla cultura e al turismo di San Benedetto del Tronto Margherita Sorge, l’assessore al turismo di Grottammare Simone Splendiani. Tra il pubblico erano presenti anche il consigliere regionale Paolo Perazzoli, i consiglieri comunali di San Benedetto Silvano Evangelisti e Gianluca Pasqualini), coordinati dal presidente del Consorzio turistico Stefano Greco, hanno illustrato l’offerta “turistica integrata tra mare, colline e monti” che il territorio offre.
“Sono tante le ragioni per visitare la Riviera delle Palme – ha affermato il sindaco Gaspari – non solo per le bellezze naturali del territorio e per i luoghi della cultura che riescono a sedurre tanti turisti, italiani ma soprattutto stranieri, in particolare cechi, polacchi e tedeschi, ma anche per la sicurezza delle città, la qualità della vita, delle spiagge, del mare e delle colline”.

“L’impatto dello stand delle Marche sui visitatori è veramente notevole – racconta l’assessore Margherita Sorge – e vogliamo rivolgere un doveroso ringraziamento al presidente Spacca e all’assessore Moroder per aver dato l’opportunità alla Riviera delle Palme di svelarsi al grande pubblico in un appuntamento così importante. Da parte nostra abbiamo cercato di inserirci in questo contesto per spiegare meglio le caratteristiche delle nostre realtà e far conoscere la ricca offerta culturale della rete dei musei, volano della promozione turistica per 12 mesi all’anno, ma anche per diffondere la filosofia di vita che da qualche anno, nel periodo estivo caratterizza la Riviera della Palme la cosiddetta “movida sostenibile”. Un modo nuovo di divertirsi nei locali notturni di San Benedetto e Grottammare pensato insieme agli operatori per mitigare i rumori, evitare ogni tipo di inquinamento acustico e offrire servizi come il “Madrugada bus” di trasporto gratuito dei turisti in autobus per e verso i locali del divertimento nel rispetto della mobilità sostenibile e della sicurezza sulle strade”.

“Abbiamo notato grande interesse dei tour operator ad investire sui pacchetti vacanze che integrano il turismo del mare con quello della collina – hanno dichiarato il sindaco di Ripatransone Paolo D’Erasmo e l’assessore al turismo di Grottammare Splendiani – e siamo certi che i riscontri pratici in termini di contratti non tarderanno ad arrivare. Di sicuro oggi il turista sceglie la meta anche attraverso il web e dunque è importante lavorare sull’’immagine che diamo della Riviera delle Palme in rete”.
Al termine della mattinata il giornalista sambenedettese Maurizio Compagnoni, volto e voce di Sky sport, in veste di testimonial del territorio alla Bit, si è lasciato andare ad un elogio della sua vacanza tipo: “Si possono girare tanti luoghi esotici – ha dichiarato Compagnoni – ma per me i due mesi di vacanza d’estate a San Benedetto sono intoccabili per le risorse culturali, le peculiarità e le eccellenze enogastronomiche che nessun’altro luogo può offrire”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 639 volte, 1 oggi)